F1 | GP Silverstone – Qualifiche Williams, P8 Russell: “Sensazione incredibile, dobbiamo essere aggressivi in sprint race”

I protagonisti della Williams raccontano le qualifiche di Silverstone: nella sprint race del sabato Russell scatterà dall’ottava piazza.

williams qualifiche silverstone russell
Fonte: @WilliamsRacing

A weekend neanche iniziato, la Formula 1 si catapulta subito in clima qualifica. Nel venerdì del Gran Premio di Gran Bretagna le qualifiche pomeridiane, che determinano la griglia della sprint race, portano un grande George Russell in Q3. Il britannico, dopo l’ottima sessione, scatterà nella gara sprint di 100 km dall’ottava piazzola. Accanto al box del giovane inglese, il compagno Nicholas Latifi non è andato oltre ad una P18 a 6 decimi dal #63. qualifiche silverstone williams russell

In casa Williams si analizza la giornata di venerdì con Dave Robson, Head of Vehicle Performance: “È stata una giornata impegnativa ma entusiasmante. Abbiamo un po’ faticato nelle FP1, ma siamo contenti del lavoro svolto per preparare al meglio la monoposto per il resto del fine settimana. Dal Q1 entrambi i piloti avevano un buon feeling per spingere, Nicholas perdeva qualcosa in rettilineo rispetto a George e dobbiamo capirne il motivo, perché non era previsto”.

E su Russell: È stato bello vederlo sfruttare al massimo l’opportunità davanti al proprio pubblico, con l’ennesimo giro fantastico. Ora in Parco Chiuso possiamo modificare poco, nelle FP2 finalizzeremo tutto per arrivare preparati alle prime sprint race”.

Commenta il proprio soddisfacente risultato anche lo stesso George Russell: “È stata la nostra migliore sessione di qualifiche. Farla davanti al pubblico di casa è stata una sensazione incredibile. Nelle FP1 non avevo un grande feeling, eppure eccoci qui ottavi!

“Dopo le prove, dovevamo prendere la decisione di provare a migliorare la macchina o restare fedeli alle nostre scelte e sperare che la pista venisse verso di noi, cosa che è stata fatta. In qualifica mi sono sentito a mio agio, il che mi ha permesso di ottenere quel decimo o due in più. In Sprint Race dovremo essere pronti ed aggressivi“, conclude il giovane britannico del vivaio Mercedes.

Non può dirsi egualmente soddisfatto Nicholas Latifi: “Le sensazioni in macchina erano buone, avrei potuto fare meglio se il bilanciamento della vettura fosse stato in una finestra migliore. Felice del mio giro, ma frustrato per il tempo. Ora abbiamo le FP2 per migliorarci in vista di Sprint Race e Gran Premio”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.