F1 | GP Silverstone – Sintesi FP2: Hamilton detta legge su gomma gialla. Problemi al motore per Vettel

Dopo la sessione del pomeriggio di prove libere, il leader indiscusso dell’era moderna della F1 rimane la Mercedes ed il suo pilota di punta Hamilton. Entrambi i piloti distaccano nel giro lanciato gli avversari di ben 1 secondo. Ecco la Sintesi della FP2 del GP di Silverstone.

GP Silverstone Sintesi FP2
Credits: Steve Etherington

Dopo aver assistito alle FP1 del secondo venerdì in terra inglese, tutte le squadre hanno avuto modo di prendere confidenza con le tanto dubbie gomme soft. Ora nel mirino dei piloti è ottenere dati chiave specialmente nel long run e, con tempo sull’orologio, testare quanta confidenza le vetture sono già in grado di dare in vista delle qualifiche del sabato.GP Silverstone Sintesi FP2

Primi 45 minuti FP2: GP Silverstone Sintesi FP2

Allo scoccare della bandiera verde, subito in pista alcuni piloti per scoprire subito il livello di grip del tracciato. Sono i piloti Haas, Kvyat, Ricciardo e i 2 Alfa Romeo a uscire immediatamente. Questi primi 6 piloti fanno segnare i primi tempi del pomeriggio. GP Silverstone Sintesi FP2

La maggior parte dei driver monta gomme medie e rosse per effettuare immediatamente le rilevazioni dei dati relativi alle simulazioni di qualifica e il degrado delle mescole più morbide.

Hulkenberg fa segnare il miglior tempo della sessione su gomma rossa fermando il crono a 1:27.130, dietro di lui il compagno di squadra Stroll. Segue Gasly. Leclerc P8 e Vettel P10 su gomma media. Anche la Mercedes del finlandese si lancia verso la fine della prima mezzora.

Bottas fa segnare il miglior tempo testando il giro da qualifica con gomma media ottenendo la pole provvisoria di sessione con 1:25.917. Hamilton esce poco dopo ma con gomma rossa e strappa la pole al compagno di squadra. Intanto Verstappen effettua un ottimo giro lanciato chiudendo in P3 con gomma media a mezzo secondo dalle frecce nere.

Ricciardo segna un buon tempo su gomma dura piazzandosi in P6. Da valutare se fare addirittura l’azzardo di montare la gomma dura in fase di qualifica per partire con questa mescola. Nel frattempo torna in pista dopo una sosta anche Bottas testando le gomme rosse questa volta. Dopo un giro di riscaldamento segna la nuova pole migliorandola di 2 decimi.

sulla fine della prima metà della di FP2 anche le 2 Ferrari tornano in pista. Vettel gomma rossa a caccia del tempo come Leclerc. ottengono con la mescola più morbida il nono e sesto tempo.

Seconda parte di FP2:

Prima vera lamentela della sessione da parte di Grosjean che avvisa via radio di avere problemi di bilanciamento in frenata. Particolarità vista sino a questo momento è che i piloti stanno effettuando più giri di studio per la Q2 piuttosto che per la Q3.

a 40 minuti dal termine buona parte dei driver rimane ai box, in pista invece Norris che, su gomma rossa, migliora salendo in P7. Esce anche  Verstappen per lanciarsi insieme al suo compagno di squadra con 2 treni di gomme rosse. Entrambi si migliorano senza però schiodarsi dalle rispettive posizioni.

A 30 minuti dalla fine inizia la sessione di test sui long run. Il primo è Leclerc con gomma gialla seguito dal compagno Vettel. Le Ferrari sembrano costanti nei tempi, ma decisamente alte come valori.

A 20 minuti dalla fine anche i leader della classifica piloti scendono in pista e dettano un passo davvero impressionante. Leclerc intanto soffre di blistering sulla posteriore destra.

Buona anche l’andatura di Ocon che, come Ricciardo, confermano di avere un buon passo. Verstappen esce a 15 minuti dalla fine per effettuare il suo long run proprio mentre Leclerc entra su chiamata del muretto entra ai box per cambiare gomme.

A 5 minuti circa dalla fine perdita di liquido dalla vettura di Vettel che deve accostare la vettura. VSC data e sembra che il liquido lasciato in pista non sembri pericoloso per le altre vetture. Stop anche per Giovinazzi che sembra aver subito una rottura del cambio e bandiera rossa.

Immagine

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1| Racing Point penalizzata dalla FIA dopo le proteste Renault

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.