F1 | GP Singapore, Alfa Romeo chiamata a risollevarsi e a capitalizzare il potenziale

L’Alfa Romeo Racing è chiamata a risollevarsi a Singapore dopo i deludenti risultati di Spa e Monza nonostante le buone prestazioni.

Le due trasferte sulle piste superveloci di Spa e Monza hanno esaltato le doti delle vetture dell’Alfa Romeo Racing. Il team italo-svizzero tuttavia ha conquistato solo due punti con Antonio Giovinazzi a Monza. Alfa Romeo Singapore

Kimi Raikkonen è rimasto coinvolto in un incidente con Max Verstappen in curva 1 in Belgio che ha compromesso la sua gara.
In Italia invece il finlandese ha commesso un errore nel Q3 che lo ha portato a partire dai box. Un errore del team nel montargli le gomme sbagliate alla partenza inoltre è stata la causa di una penalità che ha allontanato ogni possibilità di arrivare in zona punti.

 “Spa e Monza non sono andati bene, ma questo appartiene al passato. Tutti stanno parlando dell’umidità di Singapore e del correre di notte, ma alla fine non sembra troppo diverso da qualsiasi altro weekend di gara”, ha dichiarato Raikkonen.

“Il nostro obiettivo per questa gara non cambia: dobbiamo fare un buon lavoro in ogni sessione dal momento che questo è l’unico modo per essere davanti in un centro gruppo competitivo”.

Vasseur vuole entrambe le auto a punti

Il team principal dell’Alfa Romeo Racing, Frederic Vasseur, preferisce invece soffermarsi sulle buone prestazioni delle vetture più che sui risultati. La performance delle due Alfa dovrà essere il punto da cui ripartire a Singapore.

“Singapore è un weekend che richiede un grande sforzo da parte di tutti nel team. L’umidità, il calore, gli orari strani, rendono il fine settimana impegnativo, ma la nostra squadra è pronta per questa sfida”.

Alfa Romeo Singapore



“Abbiamo dimostrato di poter essere competitivi ovunque e non c’è ragione per cui non dovremmo essere della partita questo weekend, ma dovremo fare un lavoro adeguato. I distacchi a centro gruppo sono molto ristretti, persino su un giro relativamente lungo come quello di Singapore, e ogni dettaglio fa la differenza. Dobbiamo evitare di commettere errori e mettere entrambe le macchina nella condizione di lottare per i punti”.

Seguici anche su Telegram

F1 | Hamilton sul suo futuro: “Sarei onorato di correre per Ferrari”

mm

Carlo Platella

Nato e cresciuto a Torino, studio ingegneria dell'Autoveicolo nel Politecnico della mia città. Ho una grande passione per il motorsport in tutte le sue forme che mi piace trasmettere negli articoli. Ho lavorato nella Squadra Corse della mia università con la speranza un giorno di entrare in Formula 1.