F1 | GP Singapore – AlphaTauri, Gasly: “Stavamo facendo un’ottima gara, non capisco la decisione delle slick”

Il GP di Singapore è un’altra gara da dimenticare per l’AlphaTauri, che sbaglia il momento per passare alle gomme da asciutto per entrambi i piloti. Rovinata la buona qualifica di Gasly e ritirato Tsunoda.

AlphaTauri di Gasly nel GP di Singapore
Pierre Gasly alla guida della sua AlphaTauri nel GP di Singapore. Fonte @AlphaTauriF1

Si è concluso, non senza polemiche, il travagliato GP di Singapore con una avvincente vittoria del messicano Sergio Perez. La problematica legata alle difficoltà nell’asciugarsi del nuovo asfalto, come in qualifica, ha reso l’interpretazione delle condizioni della pista estremamente ardua per i team.

Di difficile interpretazione è stato il passaggio da gomme Intermedie a gomme da asciutto, che in alcuni casi ha penalizzato il risultato finale. L’esempio calzante è stato il pilota francese dell’AlphaTauri Pierre Gasly che, dopo una buona qualifica, ha terminato la corsa soltanto decimo. La scelta di montare le gomme Slick nel suo caso è stata troppo anticipata e ciò ha inciso negativamente sulla sua corsa.


Leggi anche: F1 | GP Singapore – Risultati Gara: Perez vince ma deve aspettare, Leclerc spera ancora [ Cronaca LIVE ]


Risultato negativo anche per il suo compagno di squadra Yuki Tsunoda, che poco dopo aver montato le gomme da asciutto si è schiantato contro le barriere per un errore in fase di frenata. Ciò ha comportato il suo ritiro dalla gara e una lunga Safety Car, che ha rimescolato le carte in tavola per il resto della griglia.

Le dichiarazioni post gara dell’AlphaTauri

Naturalmente deluso è Pierre Gasly, che si apre così ai microfoni: “Sono molto deluso oggi, non è il risultato che avremmo dovuto avere. Stavamo facendo un’ottima gara, dietro Lando e davanti alle due Aston Martin, ma abbiamo preso un grosso rischio e abbiamo perso posizioni. Non capisco appieno perché abbiamo preso questa decisione. Di sicuro abbiamo perso molti punti oggi, quindi fa un po’ male. C’era una grande opportunità per andare avanti e non l’abbiamo colta”.

Altrettanto amareggiato e triste per l’errore personale è Yuki Tsunoda. “Le condizioni erano davvero difficili oggi là fuori, è stato difficile giudicare il passaggio dall’Inter alle slick. Lo abbiamo effettuato molto presto, il che significava che era super difficile guidare, ma stavamo iniziando a guadagnare tempo. Sfortunatamente, ho fatto un errore, ho valutato molto male il punto di frenata, portando troppa velocità in curva, e sono andato contro il muro. Sono frustrato con me stesso. Devo riflettere su questo fine settimana e poi prepararmi per la mia gara di casa la prossima settimana, dove non vedo l’ora di guidare una macchina di F1 per la prima volta”.

Il team ha riconosciuto le sue colpe e si esprime così, con Jody Egginton, riguardo la gara: “Dopo tutto il duro lavoro svolto dal team e dai piloti durante il fine settimana, stasera non siamo riusciti a massimizzare l’opportunità di segnare buoni punti con entrambe le vetture. Ciò è dovuto al fatto che il nostro team di ingegneri si è impegnato troppo presto nel passaggio alle gomme da asciutto. Ciò significa che abbiamo solo una macchina al traguardo e siamo arrivati ​​​​con molti meno punti di quelli che avremmo dovuto. Come squadra, esamineremo ora la gara in dettaglio per comprendere le aree di miglioramento, poiché stasera abbiamo perso un’ottima opportunità, che dovevamo cogliere con entrambe le mani.”

 

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter