F1 | GP Singapore – Mercedes: obiettivo vincere, parola di Wolff

In casa Mercedes credono nel potenziale della W13 per il GP di Singapore e il team principal Toto Wolff punta alla vittoria

GP Singapore Mercedes Wolff Toto Marina Bay Russell W13 team principal F1
Credits: Mercedes-AMG PETRONAS F1 Team – Twitter (GP Singapore Mercedes Wolff)

In casa Mercedes credono nel potenziale della W13 per il GP di Singapore e puntano alla vittoria. Toto Wolff, il team principal del team tedesco, si è detto fiducioso in vista della prossima gara che si terrà sul circuito cittadino di Marina Bay. Il manager austriaco ritiene che la W13 dovrebbe ben comportarsi nelle strade di Singapore e spera di conquistare almeno una vittoria in questa stagione. La W13, nonostante le enormi difficoltà incontrate ad inizio stagione, è cresciuta riuscendo più volte a salire sul podio; ora l’obiettivo è tornare sul gradino più alto.

Dopo Spa, una vittoria quest’anno sembrava impossibile, ma a Zandvoort eravamo molto vicini alla vittoria. Singapore dovrebbe adattarsi bene alla nostra macchina, anche se i dossi ci penalizzano visto quello che è successo all’inizio dell’anno. Tuttavia, crediamo che sarà uno dei circuiti migliori per noi, ha affermato Wolff in un’intervista concessa ad Auto Motor und Sport.


Leggi anche: F1 | Capito (Williams) contro Domenicali: “Su quale base dici che non ti aspetti donne in F1?”


Il team principal Mercedes ha aggiunto: Il raggiungimento di almeno una vittoria deve rimanere la nostra più alta ambizione per quest’anno, anche se gli sforzi sono già concentrati per il 2023. Allo stesso tempo, vogliamo essere cauti quando parliamo di previsioni. La cosa positiva è che i nostri maggiori progressi vengono dalla comprensione della macchina”.

Più cauto invece George Russell. Il pilota inglese è consapevole delle difficoltà della W13, ad inizio stagione, nei circuiti con asfalto irregolare e non vuole illudersi. “In teoria, Singapore dovrebbe adattarsi bene alla nostra macchina. Intendiamoci, quando guardo indietro ai circuiti cittadini, non siamo andati bene con così tanti dossi, quindi non sono troppo sicuro di come lavoreremo. Dobbiamo continua a spingere e sono felice che ora abbiamo una chiara direzione da prendere. Anche Austin potrebbe adattarsi bene alla nostra vettura”, ha chiosato Russell.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Marco Cesaroni

Classe 2001, studente di Ingegneria Meccanica presso l'Università degli Studi di Perugia.