F1 | GP Singapore, Sainz terzo: “Gara dura, mai avuto ritmo sul bagnato”

Sainz arriva terzo al Gran Premio di Singapore, in una gara in cui ha ammesso di non aver avuto ritmo.

Carlos Sainz
Carlos Sainz, la delusione per il terzo posto al Gran Premio di Singapore – Credits: screenshot da @F1 su Twitter

Carlos Sainz deve accontentarsi del terzo posto al Gran Premio di Singapore. Lo spagnolo della Ferrari partiva quarto dopo una qualifica non proprio perfetta nella giornata di sabato.

Ai microfoni della Formula 1, il pilota madrileno ha ammesso di non essere stato a proprio agio in pista: “Sì, è stata una gara dura. Non ho mai avuto ritmo sul bagnato, quindi non ho potuto battagliare con i primi due. Ho sempre avuto un po’ di problemi con il posteriore e con la macchina”, ha dichiarato.

Dopo la partenza, Sainz è riuscito a superare Hamilton e guadagnare una posizione, poi però ha lentamente perso il ritmo e il distacco è aumentato tra lui e il compagno di squadra Leclerc. Lo spagnolo non ha avuto ritmo per buona parte della gara, confermando ciò che aveva detto nel post qualifiche, ossia che a mancare era il passo gara.

Sainz: “La cosa buona? Non ho fatto nessun errore”

“Alla fine, con queste condizioni non hai quel pizzico di fiducia in più e devi accontentarti di un terzo posto”, ha continuato ai microfoni Sky.

Tuttavia Sainz non getta al vento la sua prestazione a Singapore, e con la solita autocritica ha affermato: La cosa buona è che non ho fatto nessun errore. Sono riuscito a portare la macchina fino al traguardo, e ad essere più veloce verso la fine della gara quando ho avuto un po’ più confidenza.”

Con il suo terzo posto, lo spagnolo rimane al quinto posto nella classifica piloti con 202 punti, a meno uno da George Russell. Un buon risultato per il team e per il campionato costruttori. Un peccato che non abbiamo vinto”, ha concluso Carlos Sainz ai microfoni della Formula 1 nel post gara.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Verdiana P.

Classe '87, giornalista pubblicista dal 2017. Appassionata di cinema e serie tv, cresciuta con la Formula 1 (e la Ferrari).