F1 | GP Spagna 2020 – Analisi post-gara Pirelli: Mercedes conquista la rovente pista di Barcellona

Consueto appuntamento nel post gara con l’analisi dei dati Pirelli. Ancora una volta sono Hamilton, Verstappen e Bottas a spartirsi le posizioni del podio. Ottimo spunto di Verstappen al via su Bottas, Lewis spinge forte con le gomme che non lo abbandonano e vince. Dramma Ferrari per Leclerc che si ritira per guasto elettrico. Rimonta Vettel con 1^ sosta in meno con grinta e determinazione. Spagna post-gara Pirelli

Spagna post-gara Pirelli
Credits: AUTO

I punti salienti della gara: Spagna post-gara Pirelli

  • Lewis Hamilton  vince il Gran Premio di Spagna partendo dalla pole position e conquistando la vittoria numero 88 della sua leggendaria storia in F1. Il britannico usa una strategia a due soste soft-medium-medium. La stessa utilizzata da Max Verstappen, 2° al traguardo. L’olandese effettua la sua sosta qualche tornata prima di Hamilton in entrambe le occasioni.
  • Terza l’altra Mercedes di Valtteri Bottas: partito su gomma morbida, si è fermato al giro 23 per montare le media, poi al giro 48 ha scelto le soft e ha concluso la gara nuovamente su medium dopo l’ultima sosta a due giri dalla fine, puntando e ottenendo il punto extra per il giro veloce.
  • Sebbene la maggior parte dei piloti si è fermata due volte, alcuni hanno scelto una strategia folle a una sosta. Tra questi Sergio Perez, 5° al traguardo con una tattica soft-medium, mentre Sebastian Vettel (Ferrari) è partito dalla 11^ piazza su gomma gialla nuova e ha completato un eccezionale secondo stint su soft, chiudendo in P7.
  • Carlos Sainz è arrivato 6° con una strategia soft-soft-medium, mentre Alex Albon ha chiuso la gara in ottava posizione, è risultato l’unico pilota a usare gli pneumatici C1 con una tattica soft-hard-medium.
  • Oggi il tempo totale di gara è stato di circa 10 minuti inferiore rispetto al 2014, il primo anno dell’era turbo ibrida. Questo dato si traduce in una media sul giro di oltre 8 secondi più veloce, indice dello sviluppo continuo con cui gli pneumatici sono in grado di tenere il passo.
Credits: Pirelli

Le parole di Mario Isola, responsabile Pirelli F1 e Car Racing: Spagna post-gara Pirelli

“Gestire le gomme in queste condizioni impegnative con quasi 50 gradi di temperatura della pista è stata una grande sfida, specialmente con le gomme morbide. Tuttavia, abbiamo visto stint di oltre 30 giri sulla mescola più morbida, il che è stato estremamente impressionante. Tutto ciò a dato origine a qualche strategia one-stop. opzione che non ci aspettava sinceramente. In particolare, Sergio Perez ha finito quinto con uno strategia soft-medium, mentre Sebastian Vettel si è fermato anche lui una volta con una strategia coraggiosa, passando da media alla soft. Nonostante le temperature più calde del solito e una vasta gamma di esigenze, le gomme hanno resistito molto bene alla sfida.” Spagna post-gara Pirelli

Spagna post-gara Pirelli
Credits: Pirelli

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | GP Spagna – Sintesi gara: vince Hamilton, poi Verstappen e Bottas. Leclerc ritirato

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.