F1 | GP Spagna 2020 – Velocità massima Qualifiche: Top team lenti alla Speed Trap, ma Mercedes ancora inarrivabile nei tempi sul giro

Le emozionanti qualifiche del GP di Spagna sono giunte al termine e sentenziano la Mercedes davanti a tutti. Hamilton conquista la P1 per la 92^ volta in carriera davanti a Bottas. Bene anche le Red Bull che si confermano essere le uniche in grado di infastidire le Frecce Nere. Tracollo Ferrari che nemmeno con Leclerc riesce a rimanere a galla nelle qualifiche. Spagna 2020 Velocità Qualifiche

Spagna 2020 Velocità Qualifiche
Analisi delle velocità di punta registrate durante le qualifiche del GP di Spagna; Credits: Matteo Quattrocchi x F1inGenerale

Mercedes vola con la sua discussa party mode: Spagna 2020 Velocità Qualifiche

Sebbene la sorte veda la Mercedes costretta ad una probabile riduzione delle potenzialità della sua power unit, il risultato non sembra destinato a cambiare. L’obbligo della medesima mappatura per qualifica e gara non sembra destare timore nel team inglese che ad oggi continua a martellare senza eguali in pista con entrambe le sue vetture. La regola della mappatura verrà applicata dal GP del Belgio, ma anche nelle varie sessioni con settaggi del motore più “docili” il team leader ha dimostrato di essere inarrivabile. Hamilton conquista un’altra straordinaria pole davanti a Bottas. La lotta si prospetta accesa domani su una pista che non lascia molti margini di errore. Inoltre anche trovare il sorpasso sarà piuttosto complicato. Essendo una pista ad alto carico aerodinamico, le velocità delle frecce sono state in linea con quelle delle vetture dirette rivali e molto basse. Nonostante ciò, i tempi sul giro registrati hanno dato esiti differenti alle prestazioni delle vetture inglesi. I valori di punta registrati oggi alla SPEED TRAP sono i seguenti: Valtteri ha toccato i 319,8 km/h mentre Lewis ha raggiunto i 317,8 km/h. Spagna 2020 Velocità Qualifiche

 

Red Bull si conferma l’unica in grado di sfidare i re del circus: Spagna 2020 Velocità Qualifiche

Ancora una volta si ripresenta la medesima situazione anche in casa Red Bull. Max riesce a conquistare la P3 alle spalle di Bottas e Albon si piazza P6. Il giovane secondo pilota del team fatica a stare al passo del prodigioso olandese; anche se le velocità che i due hanno raggiunto alla trappola della velocità è la medesima. Entrambi hanno raggiunto i 316,6 Km/h. Questo a sottolineare quanto l’equilibrio di queste monoposto sia studiato nel minimo dettaglio. Nonostante ciò, Max si piazza 3 posizioni più avanti essendo trovandosi davvero su una vettura cucita alla perfezione per le sue doti.

 

Problemi ancora per Ferrari che non si salva nel sabato nemmeno con Leclerc:

Ormai le aspettative del team sono segregate alla P4 e P5, ma non è facile raggiungere questi risultati a fine gara se si parte nel traffico molto più indietro. Leclerc oggi non riesce ad andare oltre la P9; mentre Vettel, beffato da Norris per 0.002 secondi, non accede al Q3. Una situazione davvero difficile a detta del team principal Binotto che però sperano possa dare i suoi insegnamenti per migliorare già nell’immediato. Vettel, come i diretti avversari, ha raggiunto valori molto bassi alla SPEED TRAP319,3 km/h è il valore del pilota tedesco, mentre Charles ha raggiunto i 316,3 km/h, finendo per essere il più lento alla fotocellula del sabato.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | GP Barcellona 2020 – Qualifiche Leclerc: “Più passava il tempo più perdevamo performance“

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.