F1 | GP Spagna – Alfa Romeo: “Non è questo il nostro livello”

Un weekend difficile quello di Alfa Romeo Racing al GP di Spagna. La scuderia ha incontrato difficoltà sin dalle prove libere, senza mia trovare il giusto feeling con la vettura. Le posizioni in griglia di partenza, decisamente arretrate, facevano presagire il peggio su un circuito non certo noto per i sorpassi spettacolari. Il team di Hinwil torna quindi a casa a bocca asciutta, pronto a sfruttare le preziose occasioni di test al Montmelò per preparare il Gp di Monaco. Vediamo insieme come piloti e team principal hanno commentato la gara.

“Avevamo tanta velocità” Gp Spagna Alfa Romeo

Kimi Raikkonen non ha preso bene l’interruzione della serie di buoni e solidi risultati con cui aveva aperto la stagione 2019. Il finlandese ha perso posizioni all’inizio della gara, che nemmeno l’ottimo ultimo stint gli ha consentito di recuperare.

“Decisamente è un bene avere due giorni di test davanti a noi. Ne abbiamo bisogno, nella speranza di capire quali sono i nostri problemi. Nel complesso, non è stato un weekend semplice. Tuttavia, alla fine della gara avevamo tanta velocità, sostanzialmente la stessa del gruppo di testa, ma non poteva aiutarci più di tanto. Il fatto che io sia andato largo al primo giro di sicuro non ha aiutato, ma volevo assolutamente recuperare qualche posizione e ho corso il rischio. Sono deluso ma, come dicevo, i test aiuteranno a migliorare la situazione.”

GP Spagna Alfa Romeo
Alfa Romeo Racing on Twitter

Non troppo diverse le sensazioni di Antonio Giovinazzi, costretto peraltro all’ennesima penalità in griglia per sostituzione del cambio.

“Cominciando dalla diciottesima piazza abbiamo tentato una strategia diversa per guadagnare terreno, ma non ha funzionato perché non avevamo il passo giusto. Dobbiamo lavorare molto per portare un pacchetto migliore a Monaco e ottenere un buon risultato. La lotta al centro griglia è serrata, ma abbiamo dimostrato di poter competere.”

Un risultato che non corrisponde alla realtà

Il team principal Frederic Vasseur riconosce le gravi mancanze della squadra nel weekend, ma l’outlook complessivo rimane proattivo e ottimista.

”In questo momento potrebbe sembrare difficile trovar eil lato positivo, dato che il primo stint è stato un incubo. L’ultimo stint, tuttavia, è stata la parte migliore del weekend. […] Io mi sento di dire che il risultato di oggi sminuisce quello che è il nostro reale livello: non è assolutamente questo. Nei prossimi due giorni valuteremo in maniera onesta la nostra performance e torneremo al posto che ci compete in questa stagione.”

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, appassionata di motori sin da bambina. Studio Giurisprudenza e nel tempo libero commento e analizzo Formula 1, Formula E e WEC sul blog Instagram @theracingchick.