F1 | GP Spagna: Analisi passo gara del venerdì

La Mercedes domina le due prove libere del Gran Premio di Spagna e il team tedesco va alla ricerca della prima doppietta stagionale; Red Bull e Ferrari in difficoltà ma forse nascoste. Analisi passo gara

Foto: formula1.com

La Mercedes ha avuto un inizio di stagione molto difficile, sicuramente il più complicato dell’era Power-unit, con zero vittore nelle prime tre gare della stagione; a Baku il team tedesco ha conquistato il primo trionfo stagionale con Lewis Hamilton, grazie ad una serie di eventi fortunati che hanno favorito il 4 volte campione del Mondo.

Nella pista spagnola del Montmelò le frecce d’argento si sono imposte sia sulla simulazione di qualifica sia sulla simulazione di passo gara, con un Valtteri Bottas incredibilmente veloce nelle PL1 e un Hamilton molto concreto nelle PL2. Hamilton al termine della giornata ha comunque analizzato il venerdì con grande attenzione abbassando notevolmente gli entusiasmi, confermano quanto per lui possa essere plausibile che Red Bull e Ferrari si siano nascoste e quindi possono essere molto più vicine di quanto si pensi.

Foto: formula1.com

La Red Bull ha portato qui in Spagna numerosi aggiornamenti tecnici; nonostante questo Verstappen e Ricciardo si sono piazzati appena dietro le due Mercedes sulla simulazione di qualifica e hanno accusato un importante distacco al termine delle PL2 sulla simulazione di passo gara.

Ricciardo è stato anche protagonista di una fuori pista durante le PL2 che non ha causato danni particolari alla vettura, ma considerando i precedenti errori di Verstappen nelle prime gare, sembra che la Red;Bull si confermi una vettura molto nervosa. Red Bull non distantissima sulla simulazione di qualifica con Ricciardo e abbastanza veloce sulla simulazione passo gara con Verstappen,;comunque distante da Mercedes che ha confermato con Hamilton una grande solidità di prestazioni con gomma Soft.

Foto: formula1.com

Raikkonen non si può di certo ritenere soddisfatto di questo venerdì; il finlandese ha dovuto fare i conti con il primo vero problema tecnico della SF71-H costringendo il team a cambiare Power-unit senza però incorrere in penalità.

Problemi tecnici a parte, la rossa non si è dimostrata particolarmente competitiva,;Raikkonen e Vettel sono stati costantemente alle spalle di Mercedes e Red;Bull sulle due simulazioni (qualifica e gara) del weekend. Eppure anche il team di Maranello come la Red;Bull ha portato qui al Montmelò tantissime novità tra cui i nuovi specchietti sostenuti dal sistema Halo; novità che a quanto pare non sembrano essere funzionate al meglio ma il weekend spagnolo sarà ancora molto lungo e la Ferrari come in;Cina ci ha abituati ad un repentino cambio di tendenza già a partire dal sabato mattina,;al netto di eventuali problemi tecnici. Di seguito i tempi combinati dei 10 team nella simulazione di qualifica.

POSITIONE TEAM PILOTA GIRO VELOCE GAP (S) GOMME
1 Mercedes Valtteri Bottas 1:18.148 Soft
2 Red Bull Daniel Ricciardo 1:18.392 +0.133 Soft
3 Ferrari Sebastian Vettel 1:18.585 +0.326 Supersoft
4 Haas Romain Grosjean 1:19.579 +1.320 Supersoft
5 McLaren Stoffel Vandoorne 1:19.772 +1.463 Supersoft
6 Force India Sergio Perez 1:19.962 +1.703 Soft
7 Renault Nico Hulkenberg 1:20.183 +1.924 Supersoft
8 Toro Rosso Pierre Gasly 1:20.373 +2.114 Supersoft
9 Sauber Marcus Ericsson 1:20.501 +2.242 Supersoft
10 Williams Robert Kubica 1:21.510 +3.362 Supersoft


Foto: formula1.com

Qui sotto invece possiamo vedere come potrebbe essere la classifica della simulazione qualifica se tutti i piloti riuscissero a combinare i loro migliori settori.

POSITIONE PILOTA GIRO COMBINATO GAP DAL GIRO VELOCE (S)
1 Valtteri Bottas 1:18.148 0.000
2 Lewis Hamilton 1:18.259 0.000
3 Daniel Ricciardo 1:18.392 0.000
4 Sebastian Vettel 1:18.481 -0.104
5 Max Verstappen 1:18.499 -0.034
6 Kimi Raikkonen 1:18.601 -0.228
7 Kevin Magnussen 1:19.527 -0.116
8 Stoffel Vandoorne 1:19.546 -0.176
9 Romain Grosjean 1:19.577 -0.002
10 Fernando Alonso 1:19.775 -0.260
11 Sergio Perez 1:19.931 -0.031
12 Esteban Ocon 1:20.024 0.000
13 Nico Hulkenberg 1:20.125 -0.058
14 Pierre Gasly 1:20.137 -0.236
15 Marcus Ericsson 1:20.351 -0.150
16 Charles Leclerc 1:20.380 -0.134
17 Carlos Sainz 1:20.415 -0.257
18 Brendon Hartley 1:20.970 -0.295
19 Lance Stroll 1:21.457 -0.099
20 Sergey Sirotkin 1:21.682 -0.378

Mercedes si conferma in grandissima forma e pronta a monopolizzare la prima fila ma Ricciardo non è distante e Red;Bull potrebbe giocare un brutto scherzo; distaccata per ora la Ferrari, ma la situazione potrebbe cambiare nel corso del weekend.

Foto: formula1.com
POSITION TEAM
GAP (S/LAP)
1 Mercedes
2 Red Bull +0.6
3 Ferrari +0.7
4 Renault +1.8
5 Haas +1.9
6 McLaren +1.9
7 Force India +1.9
8 Sauber +2.6
9 Toro Rosso +2.6
10 Williams +3.3

Incredibile la prestazione della Mercedes sul passo gara con gomma Soft, Red;Bull l’unica a tenere il ritmo di Mercedes ma solo in pochi giri,;mentre Ferrari veloce solo negli ultimi passaggi ma attardata dalla Mercedes nella media tempi di circa 7 decimi. Il centro gruppo accusa un notevole distacco dai primi tre team, questo potrebbe portare Mercedes, Red;Bull e Ferrari a provare il taglio in Q2 con la gomma Soft. Ancora una volta si preannuncia una battaglia infuocata nel gruppo centrale con Renault, Haas, McLaren e Force;India racchiusi in neanche un decimo. Dietro grande battaglia tra Sauber e Toro;Rosso con la Williams costrettta a fare il fanalino di coda.

Analisi passo gara
Foto: formula1.com

Il meteo preannuncia un possibile temporale nella nottata tra sabato e domenica,;questo non influirà direttamente la gara ma andrà a pulire l’asfalto gommato in precedenza e abbasserà le temperature. La gara sarà quasi sicuramente su un’unica sosta con il pit;stop che dovrebbe arrivare intorno al 30% della distanza di gara per chi partirà con la gomma Supersoft.