F1 | GP Spagna – Analisi Passo Gara: Verstappen vince, ma Leclerc e la Ferrari erano più veloci, il ritorno di Hamilton?

L’analisi del passo gara del GP di Spagna di F1, vinto da Max Verstappen: Leclerc e Ferrari, vittoria mancata, Hamilton e Mercedes sono tornati?

Il GP di Spagna di F1 2022 ha visto una giornata torrida e tanti colpi di scena, con due errori per Sainz e Verstappen, e poi il  ritiro per problemi al motore di Leclerc, portando a una gara dal passo tutt’altro che lineare, anche se senza Safety Car o interruzioni. Dopo 66 giri in realtà sono più le domande che le risposte che abbiamo, visti i tanti episodi che hanno condizionato la gara.

F1 | GP Spagna – Risultati Gara – Verstappen vince su Perez; Leclerc tradito dal motore

Il meteo torrido ha reso difficile la gestione delle gomme, quasi tutti i piloti salvo Hamilton, Bottas e Vettel hanno optato per 3 soste, una strategia più veloce, ma non necessariamente migliore. Le mescole scelte sono state sempre Soft e Medie, con Verstappen che ha optato per un 3° stint sulle Soft e uno finale sulle medie, mentre Perez e Russell hanno fatto il contrario. Leclerc e Hamilton hanno puntato a due soste, Soft, Medie e Soft in questo ordine per Lewis, con il ferrarista che aveva il vantaggio dele Soft Nuove in partenza, e avrebbe probabilmente usato il 2° treno di medie nel terzo stint.

F1 | GP Spagna 2022 – Analisi post gara Pirelli: “Che delusione per la Rossa”

La heat map della gara

gp spagna f1 passo gara hea map 2022Passi avanti nel midfield per Alfa e McLaren

Il centro gruppo, malgrado tanti pacchetti di aggiornamento, rimane compatto. Alfa Romeo però sembra aver fatto un buon miglioranto: Bottas infatti teneva il passo di Russell nel 2° stint, perdendo molto terreno però per il suo lungo 3° stint. Probabilmente la strategia a 3 soste avrebbe permesso a Bottas di tenersi dietro Hamilton e Sainz, in ogni caso, missione compiuta e centro-griglia dominato. La Alpine di Ocon e la McLaren di Norris sono state le altre due vetture veloci, Norris in particolare ha acceso la classifica con ottimi tempi nel suo 4° stint (in viola nella Heat Map).

F1 | GP Spagna – Analisi Tecnica: Alfa Romeo con significanti novità

Non pervenute le discusse Aston Martin con le pance in stile Red Bull, che rimangono all’incirca dov’erano prima, probabilmente per mancata comprensione degli aggiornamenti, mentre Williams e Haas, ridotti ai soli Albon e Schumacher, sono decisamente retrocesse.

Leclerc avrebbe vinto senza il problema tecnico?

gp spagna f1 passo gara heat map top 6 2022 Leclerc Verstappen Hamilton Russell Sainz Perez

La gara è stata scossa prima dall’errore di Sainz (giro 6) poi da quello di Verstappen al giro 9, entrambi per via del vento di lato, rendendo questa gara decisamente insolita, poichè Max è stato essenzialmente costretto alle 3 soste.

Inizialmente Leclerc e Verstappen viaggiavano insieme, certo, il ferrarista stava iniziando ad allontanarsi costruendo 2 secondi di gap, ma non è chiaro come sarebbe proseguito lo stint senza questo errore. Forse Verstappen avrebbe provato le due soste, forse avrebbe cercato di attaccare a due soste. Nei fatti Leclerc si è ritrovato con 10 secondi di cuscinetto per allungare il suo stint e conservare le gomme.

Il paragone giusto per Leclerc è allora la gara di Hamilton, di fatto a 2 soste se non si considera quella iniziale dopo l’incidente. Il campionissimo inglese si è fermato un giro dopo il monegasco, mostrando tempi molto più veloci di quelli di Russell e Verstappen, impegnati in lotta. Leclerc era su tempi simili, anche se non superiori, e stava guadagnando quasi 2 secondi al giro, passando da 5,7 a 12,6 secondi di margine in 4 giri prima del problema tecnico che lo ha costretto al ritiro.

Verstappen, bloccato dietro a Russell e con un DRS ballerino, ha scelto di montare le Soft usate poco dopo il ritiro del rivale in classifica, con un gran passo. Tuttavia Hamilton ha perso solo 4,5 secondi circa, giro dopo giro in quello stint.

Leclerc avrebbe avuto un treno di gomme medie nuovo per chiudere la gara, e molto margine per rispondere comunque a Verstappen. Senza il problema tecnico, con la possibilità per Leclerc di cambiare le gomme nello stesso giro di Verstappen per l’ultimo stint, difficilmente il campione del mondo in carica avrebbe avuto il passo per vincere.

Hamilton mostra il passo Mercedes

F1 | GP Spagna – Team Radio Wolff – Hamilton: “Eri in corsa per vincere, avevi 50 secondi da Verstappen e hai finito a 40”

F1 GP Spagna – Ferrari, Binotto: “Mercedes arbitro? Le avremmo dato 45 secondi”

Toto Wolff ha dichiarato che senza l’incidente iniziale con Magnussen Hamilton avrebbe potuto vincere. La sua strategia a due soste in effetti gli ha consentito di guadagnare ben 28 secondi dal giro 24 al giro 62 nei confronti di Verstappen. Ovviamente tutto il suo primo stint nel traffico lo ha relegato a una posizione di rincalzo, tuttavia è stato in grado di superare Sainz, in chiara crisi dopo la sua escursione sulla ghiaia, fino a quando un problema di surriscaldamento non lo ha costretto a rallentare. Il problema si è verificato anche su Russell, ed è molto evidente nel grafico dei distacchi con la sua forma a campana.

Il passo di Hamilton è stato migliore di quello del compagno, e nelle medie e mediane il più vicino a Red Bull e Ferrari da inizio campionato. La Mercedes è tornata? Serviranno più appuntamenti per capirlo.

L’altalena dei distacchi del GP di Spagna di F1 passo gara

gp spagna f1 passo gara distacchi 20222022

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.