F1 | GP Spagna – Gasly: “Possiamo ritenerci soddisfatti”

Altri due buoni punti per la Alpha Tauri, questa volta raccolti con Pierre Gasly, nono al traguardo. Dodicesimo Daniil Kvyat che crede di aver gestito in maniera non ottimale le gomme. Gasly Spagna

Gasly Spagna
Foto: Scuderia Alpha Tauri via Twitter

Buona gara per l’Alpha Tauri che lascia la Spagna con due punti presi da Pierre Gasly che ha concluso il suo Gran Premio al nono posto.

In partenza ha guadagnato due posizioni su Leclerc e Norris. Il francese ha gestito la sua posizione difendendosi dagli attacchi di Leclerc per poi fermarsi al giro 22.

Gasly era risalito fino al sesto posto anche con un bel sorpasso su Ocon prima del secondo pit arrivato al giro 43 per montare le medie.

Con i pit del compagno Kvyat e di Ricciardo è risalito in nona posizione restando lì fino alla conclusione della gara.

Felice e soddisfatto Gasly per il weekend concluso: “È stata una grande gara, sono felice di aver conquistato altri due punti per il team questo weekend. Sono partito bene e in Curva 1 ho superato Charles e Lando, passando così in ottava posizione. Durante il secondo stint siamo rimasti un po’ bloccati dietro un trenino di vetture tutte in zona DRS, quindi non siamo riusciti a sfruttare appieno le gomme Prime. Tuttavia, penso che lasciamo Barcellona con tanti elementi positivi, perché questa è una pista piuttosto impegnativa sotto il profilo delle performance della macchina. È stato bello lottare con le McLaren per gran parte della gara. Oggi possiamo ritenerci soddisfatti del nostro risultato, adesso concentriamoci sulla gara di Spa”.

Epilogo non altrettanto buono per Daniil Kvyat, fuori dalla zona punti dopo la rimonta e la top 10 della scorsa settimana. 

Partenza pulita per il russo che ha passato dopo pochi giri Ricciardo che lo aveva sfilato allo start. Attaccatosi poi a Vettel, su gomma media, ha fatto l’undercut al giro 22 ed al momento del pit del tedesco gli è entrato davanti.

Col ritiro di Leclerc Kvyat si è portato in decima posizione che ha poi lasciato pochi giri dopo per effettuare la seconda sosta.

Uscito dai box in P12, ha portato l’auto al traguardo in questa posizione. Prestazione frustrante a detta dell’ex Red Bull: “Non posso definirla una gara soddisfacente, direi piuttosto frustrante. Oggi non ero a mio agio con la macchina come generalmente accade ogni domenica. Dobbiamo ancora esaminare i dettagli e cercare di capire il motivo, forse la nostra gestione delle gomme non è stata perfetta. Ero contento della mia partenza e ho battagliato con le Ferrari e con Ricciardo, quindi pensavo di poter chiudere in una posizione migliore. Penso che abbiamo delle cose da imparare da questo fine settimana e dovremmo essere in grado di fare bene nelle prossime gare”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Tensione in radio: Leclerc: “Dobbiamo fermarci!”, muretto: “Tutto regolare per noi”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.