F1 | GP Spagna – Hamilton: “La partenza è stata proprio al limite, dopo è stata una caccia”

Lewis Hamilton vince il GP di Spagna, per il pluricampione del mondo è la quinta vittoria consecutiva su questo circuito.

Sintesi gara

Lewis Hamilton - GP Spagna - Mercedes
Foto: Mercedes AMG F1 Twitter

Lewis Hamilton è sempre più leader del mondiale dopo la vittoria del GP di Spagna. L’inglese, che scattava dalla pole, ha perso la prima posizione a favore di Verstappen alla partenza. L’alfiere Mercedes riprende la leadership al giro 23 quando l’olandese effettua la sua sosta. A quel punto il pilota Red Bull è nettamente più veloce e rientrare al giro successivo significherebbe perdere, senza alcun dubbio, la posizione. Hamilton continua quindi a stare fuori e rientra solamente al giro 23. Al giro 40 il n.44 è negli scarichi di Verstappen ma il sorpasso appare complicato. Gli strateghi Mercedes provano quindi qualcosa di diverso, Hamilton rientra per la seconda sosta e monta gomme gialle. Il team tedesco si affida così al talento del 7 volte campione del mondo che dovrà recuperare più di 22 secondi. Hamilton, come era facile intuire, è nettamente più veloce di Verstappen. Per la Red Bull recupererà il n.33 solo all’ultimo giro, non è così. Al giro 60, con 6 alla fine, Hamilton arriva e supera il giovane talento olandese.


Leggi anche: F1 | GP Spagna – Secondo classificato Verstappen: “Ci ho creduto fino in fondo, ma Mercedes troppo forte”


Il pluricampione inglese vince così il GP di Spagna e incrementa i punti di vantaggio su Verstappen, che ha ottenuto il giro veloce. Dopo solo 4 gare la classifica mondiale sorride al pilota di Stevenage, sono 20 i punti di vantaggio sul diretto rivale. Molto più staccato il terzo, Bottas, a 57 punti di distanza.

Le parole di Lewis Hamilton:

“Voglio ringraziare i fan che forse vengono a vederci per la prima volta quest’anno. Vedo anche una bandiera britannica, non la vedevo da molto tempo su un circuito. Mi sento alla grande dopo questa gara. Ci siamo di nuovo, il duro lavoro sta pagando. La partenza è stata proprio al limite, c’era molta gomma sulla destra e la Red Bull è partita benissimo. Dopo è stata una caccia, mi sono avvicinato tanto e pensavo di dover far durare le gomme per poi attaccare ma in qualche modo sono rimasto lì. Quando sono rientrato ho dovuto recuperare più di 20 secondi. Un azzardo ma alla fine è stata la strategia giusta. La strategia non era quella prevista ma sapevamo che c’era anche la possibilità di fare due soste. In teoria una sosta era più veloce ma per esperienza so che è molto difficile concludere la gara con una sosta. Avevo già avuto la possibilità di rientrare al box ma ero un po’ in conflitto. Rientro o ignoro la chiamata e rimango fuori ad attaccarlo? Alla fine ho seguito le indicazione del team, c’è un grande legame di fiducia. Lavoro fantastico da parte di tutti, il team ha dimostrato ancora una volta di essere straordinario in ogni suo membro.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.