F1 | GP Spagna – Hamilton: “Non mi sono arreso”

Lewis Hamilton è giunto al traguardo del GP di Spagna in quinta posizione, dopo una straordinaria rimonta dal fondo, a causa di un contatto poco dopo il via con Magnussen.

hamilton Spagna
credits Mercedes Facebook

Gran Premio di Spagna  iniziato in salita per Lewis Hamilton, che ha avuto un contatto con Kevin Magnusse. L’inglese ha subito una foratura, trovandosi a 50 secondi dal comando, in fondo al gruppo.
Grazie alla strategia e alla sua monoposto in forma migliore rispetto alle ultime gare, Hamilton è riuscito ad arrivare fino alla quarta posizione. Quando mancavano due giri, ha dovuto cedere il quarto posto a Carlos Sainz per una perdita d’acqua che ha colpito entrambe le Mercedes.

Il sette volte campione dal mondo è stato votato come “Driver of the day” al termine del GP di Spagna.

Il commento di Lewis Hamilton

”Sono davvero grato di essere stato in grado di tornare  e grato al team per aver tenuto la testa bassa e per tutto l’incredibile lavoro per portarci a questo miglioramento. La macchina si è sentita benissimo in gara. Il nostro ritmo è più vicino ai migliori, il che è fantastico. Sono stato davvero sfortunato all’inizio a subire la foratura, ma non mi sono arreso – è quello che facciamo, giusto? È molto più caldo del previsto oggi. Per tutti è abbastanza difficile con queste auto. Ho dovuto praticamente guidare a metà acceleratore alla fine per cercare di raffreddare la macchina, con un sacco di sollevamento lungo il rettilineo solo per ottenere aria fresca nel motore per raffreddarlo. Ero così dispiaciuto per aver dovuto cedere il posto a Sainz, soprattutto dopo la rimonta. Voglio dire, ero a più di 30 secondi dall’ultimo posto – è come la terra di nessuno. È una sensazione orribile essere così indietro. Devi solo tenere la testa alta, continuare a spingere, andare avanti e sperare in meglio. Abbiamo ancora rimbalzi ma non nel rettilineo, ancora nelle curve ma non così male come prima. I ragazzi stanno lavorando molto duramente. Sono sicuro che possiamo risolverlo nel tempo. Se non avessi avuto questo problema all’inizio, chissà dove saremmo stati alla fine. È bello sapere che abbiamo un ritmo simile ad alcuni dei primi”.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Victoria L.

Laureata in Comunicazione, lavoro in una media company. Appassionata di Formula 1, la seguo dal Gran Premio di Jerez 1997.