F1 | GP Spagna – La Renault a Barcellona per dare una svolta alla sua stagione

Un inizio di stagione negativo per la Renault, che nel GP di Spagna tenterà di dare una sterzata al suo mondiale 2019.

Renault GP Spagna
Nico Hulkenberg – Foto: renaultsport.com

Dal suo ritorno in Formula 1 nel 2016, il costruttore con sede a Viry-Chatillion ha avuto una continua crescita, che l’ha portato a terminare il mondiale 2018 in quarta posizione, immediatamente alle spalle dei tre top. L’obiettivo per questo 2019, avrebbe dovuto essere quello di rafforzare ulteriormente la quarta posizione ed avvicinare le prestazioni di Mercedes, Ferrari e Red Bull. GP Spagna Renault

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori. Clicca qui per info

Ma l’inizio di stagione della teiera gialla è stato nettamente al di sotto delle aspettative. Il team di Enstone si attesta solamente in settima posizione nella classifica dei costruttori dopo le prime quattro gare; ben 23 punti in meno rispetto alla scorsa stagione.

Tali risultati sono il frutto di una vettura non proprio competitiva e di problemi di affidabilità che hanno colpito le vetture durante le gare. Daniel Ricciardo non è stato poi esente da errori in Australia ed in Azerbaigian. Il team tenterà così di rimettere davanti il muso fra le vetture di centrogruppo con gli aggiornamenti che porterà nella prima gara europea della stagione.

Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg ci illustrano le caratteristiche del circuito catalano e mettono in risalto le difficoltà nell’affrontare questo tipo di tracciato: “La pista ha un po’ di tutto, motivo per cui è probabilmente un buon circuito per i test. Ci molte curve ad alta velocità, tra cui curva 3 e curva 10, che sono particolarmente veloci. Il primo settore è piuttosto scorrevole, in particolare la serie di curve 1, 2 e 3.

“Il settore finale è un po’ più lento e più tecnico; e pone un po’ di più l’attenzione sui pneumatici posteriori che possono surriscaldarsi abbastanza facilmente se non sei attento. Barcellona è in realtà un circuito molto fisico, e di solito senti i dolori al collo dopo la gara!”.

Renault GP Spagna
Daniel Ricciardo durante il weekend del GP d’Azerbaigian – Foto: twitter Renault F1 Team

Nico Hulkenberg vanta una vittoria in Formula 3 nel 2008 sul circuito di Barcellona, ma nella massima categoria non è andato oltre il sesto posto ottenuto nel 2017. Il tedesco non nasconde la delusione per il weekend azero e in generale per questo inizio di stagione: “Ovviamente, Baku non è stato un buon fine settimana per noi. Ho fatto il massimo sforzo e stavo spingendo molto forte, ma non abbiamo potuto fare progressi.”

“La stagione è molto lunga e spero che questo sia solo un fine settimana negativo, il che può succedere. È stato un inizio difficile della stagione, ma so che siamo un gruppo serrato. Metteremo le nostre teste insieme e andremo di nuovo a Barcellona.”

Daniel Ricciardo deve riscattare il pasticcio della gara di Baku, con cui ha messo fuori gara la Toro Rosso dell’incolpevole Kvyat;  per questo gli è costato tre posizioni di penalità sulla griglia. Il suo weekend spagnolo parte dunque in salita: “Mi dispiace per la squadra per quello che è successo a Baku, soprattutto perché stavamo iniziando a girare su un buon ritmo in gara. Prenderemo gli aspetti positivi da questa gara, andiamo avanti e torniamo a Barcellona. Sfortunatamente, la penalità in griglia di tre posizioni non è l’ideale, ma è una cosa che accetterò per il mio errore e farò il meglio che posso in Spagna. Forse è il momento di fare alcuni sorpassi!”

L’australiano ha vinto nella Formula 3.5 sul circuito di Barcellona ed è salito due volte sul podio nel GP di Spagna nel 2014 e nel 2017 al volante della Red Bull. Le sue ambizioni, alla guida della meno competitiva Renault, si sono ridotte rispetto alle stagioni passate: “Venerdì ci concentreremo per avere un fine settimana pulito dal venerdì e speriamo di mettere alcuni punti in saccoccia.” 

DTM | Andrea Dovizioso con Audi al weekend di Misano