F1 | GP Spagna, prove libere McLaren – Stella: “Svolto un intenso programma di lavoro, soddisfatti dei risultati ottenuti”

Venerdì anomalo in casa McLaren con Norris e Ricciardo che non vanno oltre la 12esima e la 15esima posizione. Tanto lavoro di analisi dei dati da svolgere per valutare la bontà degli aggiornamenti apportati ma all’interno del box non c’è preoccupazione. gp spagna prove libere mclaren

gp spagna prove libere mclaren
Foto McLaren F1 Twitter

La McLaren conclude il venerdì di Barcellona soltanto in dodicesima e in quindicesima posizione, rispettivamente con Lando Norris e Daniel Ricciardo. Una giornata decisamente da decifrare! Nei primi tre appuntamenti di questa stagione, il team inglese è stato chiaramente in lotta per essere terza forza, soprattutto con un Norris più in forma che mai. Sul tracciato catalano, invece, più di un dubbio è nato all’interno del paddock sulla loro performance mostrata in questo primo giorno di attività in pista. gp spagna prove libere mclaren

In Spagna, la squadra ha portato degli aggiornamenti aerodinamici i quali saranno valutati ed approvati o meno in vista della sessione di qualifica. Le posizioni in classifica non hanno di certo entusiasmato ma allo stesso tempo i piloti non si sono mostrati particolarmente preoccupati. L’impressione è quella di avere un’enorme mole di dati, la quale deve essere analizzata a fondo. Inoltre, il distacco dai diretti rivali resta contenuto; l’obiettivo è di guadagnare qualche decimo in modo tale da essere più avanti nelle posizioni mettendosi in condizioni migliori per la gara.

Lando Norris gp spagna prove libere mclaren

Giornata difficile. Siamo andati bene nella prove libere 1 ma, come le temperature sono salite un po’ nelle prove libere 2, abbiamo lottato un po’ di più. Dobbiamo capire ciò un po’ meglio se possiamo e fare qualche miglioramento per domani. Non sembrava male, ma eravamo solo un po’ fuori dal passo. Come al solito, lavoreremo sodo stasera e vedremo se possiamo capovolgere la situazione per domani.”

Daniel Ricciardo

Quindi, Barcellona. Stavo per dire che non è cambiato molto – ma lo è stato con la curva 10. Non credo che cambierà le corse, ma rende un po’ più interessante avere una nuova curva.”

Oggi, è vicino. Le nostre posizioni non sembrano grandi sulla carta, e abbiamo del lavoro da fare, ma io sono quindicesima ad un solo secondo di distacco, quindi è davvero vicino. Ogni decimo conta a questo punto, quindi dobbiamo sicuramente trovarne qualcuno per domani e metterci in una posizione di combattimento. Abbiamo cambiato alcune cose sulla macchina ed è ancora troppo presto per sapere cosa è buono e cosa ha bisogno di lavoro, ma passeremo un po’ di tempo stasera ad analizzare. La cosa importante è che abbiamo fatto il giro. Penso che la FP2 sia stata decisamente migliore della FP1, anche se la posizione non lo rispecchia, quindi speriamo di fare un altro passo la mattina.”

Andrea Stella, Direttore Esecutivo

Una giornata intensa a Barcellona. Oggi abbiamo avuto un programma intenso sia in termini di test aerodinamici che di lavoro sulle gomme in preparazione alla gara, che sono sempre un fattore fondamentale qui, data l’elevata usura sul lato sinistro della vettura. Nel complesso, abbiamo lavorato bene con il nostro programma, e siamo soddisfatti dei dati che abbiamo ottenuto. Durante la notte, rivedremo tutto quello che abbiamo imparato e torneremo domani pronti per quella che dovrebbe essere una sessione di qualificazione molto vicina.”

 

Seguici sui nostri social (Facebook, Instagram, Twitter)

Seguici anche su Telegram

F1 | GP Spagna – Analisi Passo Gara FP2: Hamilton in forma, Alonso pimpante

Mariangela Picillo

Studentessa di ingegneria meccanica. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.