F1 | GP Spagna, qualifiche Ferrari – Mekies: “Già il primo giro del Q3 sarebbe stato sufficiente per la pole. Gli aggiornamenti funzionano!”

Il Racing Director della Ferrari, Laurent Mekies, commenta l’esito delle qualifiche del GP Spagna. La forza della F1-75 sul giro secco non è stata praticamente mai messa in dubbio nel corso delle sessioni sul circuito catalano. Non si può dire lo stesso del passo gara ma, come annunciato dal braccio destro di Binotto, alla squadra servirà soltanto del tempo per estrarre tutto il potenziale dal pacchetto di aggiornamenti.

qualifiche spagna ferrari mekies
Laurent Mekies al muretto box del Cavallino – Foto Scuderia Ferrari

Le qualifiche del GP di Spagna hanno consegnato – ancora una volta – la pole position nelle mani di Charles Leclerc, autore di un “giro dalla calma straordinaria” come affermato dal Racing Director della Ferrari Laurent Mekies: “Siamo stati in una competizione molto vicina con Red Bull per tutto il weekend: lo abbiamo visto ieri e lo abbiamo visto stamattina. Sapevamo che oggi sarebbe stato deciso per pochi centesimi come lo è stato molto spesso quest’anno.”

“Credo che Charles (Leclerc, ndr) abbia fatto una qualifica straordinaria, un’altra possiamo dire. Già il suo primo giro del Q3, quello che purtroppo non ha concluso, era probabilmente sufficiente per fare la pole; in quel caso, era molto difficile per il pilota riuscire a rimanere calmo, ripartire senza avere nessun lap time sulla classifica e lui l’ha fatto con una calma straordinaria. Complimenti a lui!”

La forza della F1-75 sul giro secco non è stata praticamente mai messa in dubbio nel corso delle sessioni sul circuito catalano. Non si può dire lo stesso del passo gara con la squadra incentrata su questo aspetto anche questa mattina nell’ultima sessione di prove libere: “Ieri non eravamo soddisfatti con quello che avevamo fatto sulla preparazione della gara con il long run delle FP2; questo era il tema più importante per noi ieri sera: provare a capire gli effetti dei nostri aggiornamenti, provare a capire cosa fare sulla macchina per andare ad ottimizzare la performance con gli aggiornamenti con il particolare focus del passo gara.”

“Stamattina abbiamo quindi deciso di investire un po’ di più di tempo per rifare un long run, abbiamo sicuramente imparato di più. Credo sia naturale che quando qualcuno fa un aggiornamento così significativo come il nostro impari anche durante la gara.”

“Sicuramente il tempo è poco, abbiamo girato tre/quattro ore con questi aggiornamenti. Funzionano, nel senso che abbiamo deciso di tenerli sulla macchina perchè ci danno prestazione in più. Bisogna comunque avere più tempo per ottimizzarli ed estrarre più prestazione.”


Leggi anche: F1 | GP Spagna – Sintesi qualifiche: Leclerc ancora in pole! Verstappen 2° davanti a Sainz.


Charles Leclerc potrà contare su un set in più di gomme soft per variare la sua strategia di gara con l’obiettivo di prevalere sul Max Verstappen così come potrà contare sul suo compagno di squadra, Sainz, classificatosi terzo: “Il degrado delle gomme è molto elevato, probabilmente il più grande della stagione superiore al Bahrain. Volevamo risparmiare il più alto numero di set possibile e quindi abbiamo preso questo rischio in Q2. Fortunatamente ci siamo riusciti con Charles il quale domani avrà a disposizione sia due set di medie e sia un set di soft nuovi: ciò ci darà un po’ di flessibilità sul lato strategia.”

“Sicuramente volevamo partire il più in alto possibile, credo che Carlos (Sainz, ndr) abbia fatto un bel weekend finora, ha avuto la velocità giusta. La Red Bull va molto forte e ci sta avere Max (Verstappen, ndr) in mezzo. Ci aspettiamo che loro domani saranno ancora più forti in gara,;motivo in più per cui abbiamo deciso di risparmiare il set di soft in modo da ridurre il loro pericolo per difenderci o superare.”

 

Seguici sui nostri social (Facebook, Instagram, Twitter)

Seguici anche su Telegram

Mariangela Picillo

Cresciuta a pane, Ferrari e Schumacher. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.