Emanuele Z. Formula 1
    Pubblicato il 20 Maggio, 2022 alle 22:53

F1 | GP Spagna – Red Bull, Verstappen: “Long run positivi, molto lavoro da fare sul giro secco”

Sensazioni contrastanti per la Red Bull nelle prove libere del GP di Spagna, dimostrando un ottimo passo gara soprattutto con Verstappen ma faticando di più sul giro secco.

Foto: Red Bull Racing / Joe Portlock

Giornata di libere positiva a Barcellona per la Red Bull, che apre il weekend in Spagna con prestazioni incoraggianti sia con Max Verstappen che con Sergio Perez.

L’olandese ha completato 28 giri nella prima sessione, risultando il più veloce con le gomme hard per poi cedere al passo delle Ferrari con le soft. Il messicano è invece rimasto ai box sostituito da Juri Vips al suo esordio in una sessione ufficiale.

La sessione pomeridiana ha confermato quanto visto in mattinata. Verstappen e Perez hanno chiuso con il quinto ed il settimo tempo, alle spalle di Ferrari e Mercedes (e di Alonso nel caso di Checo). La simulazione della qualifica non è andata quindi nel migliore dei modi; al contrario, in assetto da gara la RB18 è sembrata la macchina da battere in particolare con Verstappen, segnando tempi costanti ed un minor degrado gomme rispetto ai rivali. Verstappen ha provato le gomme medie, Perez ha invece girato con le morbide.


Leggi anche: F1 | Red Bull – Aston Martin, i dubbi di Marko: “Copia incredibile, prove di dati scaricati”


Verstappen commenta il suo venerdì: “Nel complesso è stata una buona giornata. I long run sembrano positivi quindi possiamo essere contenti. È stato un po’ complicato trovare il giusto bilanciamento con questo caldo e abbiamo ancora molto lavoro da fare nel complesso sul giro. Per le gommeè dura su questa pista, non siamo ancora al top, ma almeno sappiamo che il tempo sarà costante domani. È stato anche bello avere Jüri con noi nelle FP1, spero che si sia goduto la sua prima sessione con la RB18”.

Perez punta a giocarsi la Pole: “Tutto arriva veloce quando perdi una sessione. Ho potuto sperimentare il degrado delle gomme, in pratica hai due giri perché non è una pista che ti aiuta. Hai un giro per leggere il bilanciamento e poi un altro in cui prendi velocità ma ti manca un po’ di grip. Spero di poter trovare nella notte il tempo di cui ho bisogno per essere in lizza per la lotta per la Pole. La mattina durante le FP3 lavorerò un po’ di più sul giro secco per vedere quale direzione prendere, ma siamo fiduciosi. È stato bello poter prestare la mia macchina a Jüri per la mattinata, penso che si sia divertito là fuori e abbia fatto un lavoro importante per il Team”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.
Disqus Comments Loading...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Consulta i dettagli della nostra privacy policy.