F1 | GP Spagna – Verstappen: “Complimenti al team, ma sarei potuto essere in pole.”

Combattutissima quarta qualifica del mondiale di Formula Uno per il pilota olandese. “Ho fatto lavorare sodo il team durante la giornata e stiamo mostrando dei progressi” afferma. Eppure la seconda posizione non basta. Verstappen GP Spagna 2021

Verstappen GP Spagna 2021

“Siamo migliorati e questo è l’importante” continua Max Verstappen. Nonostante l’apparente soddisfazione, è chiara la volontà di strappare millesimi di secondo al proprio maggior rivale. Verstappen GP Spagna 2021

Nella stessa giornata, Lewis Hamilton ha infatti conquistato il record di ben cento pole position. La conferma di un lungo dominio, ma anche di una sfida tra scuderie che non ammette esclusioni di colpi.

“Partire dalla seconda posizione è buono, però sarei anche potuto essere in pole” commenta il pilota col numero #33, rimpiangendo un errore commesso all’ultima curva, costatogli tempo prezioso. Il Circuito di Barcellona, dove la differenza la fanno i millesimi di secondo, non perdona.  Ma “è domani la giornata che conta.”

 

Tutto può accadere domani“, secondo il ventitreenne di Hasselt. Verstappen svela, infatti, la possibilità di utilizzare una strategia diversa rispetto ai piloti rivali. Si riferisce ovviamente ad Hamilton e Bottas, facendo presagire un’ accesissima sfida tra scuderie sul bollente asfalto spagnolo. La temperatura registrata in pista è stata infatti la più alta della stagione finora, toccando un picco di ben 45°! Condizioni che, insieme al vento da sud-ovest,  lasceranno spazio a strategie che salvaguarderanno soprattutto gli pneumatici.


Leggi anche:
Qualifiche GP di Spagna – Terzo Bottas: “Errore in curva 10 mi è costato la pole position”


“La cosa più importante è continuare a fare punti e ad imparare” ribadisce Max ai microfoni di Pedro De La Rosa, che non manca di complimentarsi col pilota, nonostante le difficoltà del weekend.

Un weekend trascorso “un po’ in sordina” secondo Carlo Vanzini. La strada per la vetta è senz’altro ancora molto lunga, ma il giovane prodigio di casa RedBull sembra avere le idee ben chiare e tanta fame di vittoria.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter