F1 | GP Stati Uniti 2019 – Velocità Massima Qualifiche: Bottas al Top

Si sono concluse nel pomeriggio di sabato le qualifiche della tappa texana del;mondiale e la Mercedes ancora una volta posiziona una sua vettura davanti a tutti. Valterri Bottas mette a segno l’ennesima pole position davanti al compagno Hamilton in P5. Vettel vicinissimo ma solo secondo. Seguono Verstappen, Leclerc e Albon. Ecco nel dettaglio la mappa delle velocità di questa giornata di qualifiche del GP degli Stati Uniti. GP Stati Uniti 2019 – Velocità Massima Qualifiche

GP Stati Uniti 2019 – Velocità Massima Qualifiche
Analisi delle velocità di punta registrate durante le qualifiche del GP degli Stati Uniti; Credits: Matteo Quattrocchi per F1inGenerale

La Mercedes parte ancora davanti a tutti: GP Stati Uniti 2019 – Velocità Massima Qualifiche

Ottimo lo spunto in avvio del Q3 di Valterri Bottas che permette al diretto rivale di Lewis Hamilton di ottenere un’importante prima piazza per il via del GP degli Stati Uniti. Il pilota finlandese ha sprigionato uno strepitoso giro e nessuno dei rivali è riuscito a toglierli il top tempo fatto registrare; nemmeno sul finire della sessione con pista estremamente gommata e motore al massimo. Hamilton, cauto ma fiducioso, ha la matematica dalla sua e gli basterà davvero poco in gara per ottenere il suo titolo mondiale numero 6.  Analizzando le velocità ottenute alla SPEED TRAP si nota come i due driver ancora una volta abbiamo una vettura perfetta per i tratti misti delle piste. Lewis ha toccato i 322,6 km/h metre il compagno Valterri i 323,0 km/h. GP Stati Uniti 2019 – Velocità Massima Qualifiche

Ferrari in continuo crescendo: GP Stati Uniti 2019 – Velocità Massima Qualifiche

Le parole di Mattia Binotto sono state chiare: La Ferrari vuole provare a vincere tutte le gare rimanenti“. Vedendo i miglioramenti dopo l’introduzione del nuovo pacchetto aerodinamico dalla tappa di Singapore è facile ben sperare, ma non basta. Manca ancora quella cattiveria agonistica che caratterizza i suoi diretti rivali, ma senza dubbio la strada imboccata per lo sviluppo dell’auto sembra sempre più quella giusta. Vettel perde per un soffio la pole position con un distacco da Bottas di solo 0,012 secondi. Ottima anche la qualifica di Charles dato il motore usurato che ha dovuto montare. Buona la spinta del motore sulla zona di rilevazione della velocità massima. Sebastian raggiunge la velocità di 326,1 km/h e Charles solo 0,1 km/h più lento.

Red Bull Si dimostra molto competitiva anche qui in Texas:

Ovviamente la disfatta del Messico nello scorso weekend brucia ancora molto in casa Toro, ma ancora di più a Verstappen che avrebbe potuto dominare davvero senza rivali in Sud America. Nonostante ciò la squadra austriaca dimostra di avere ancora una volta il super pacchetto di downforce dalla sua parte e il potenziale per fare gradi cose in gara. Al punto di rilevazione Max, P3 al via, ha raggiunto i 324,9 km/h metre Alex, P6, addirittura i 325,8 km/h

 


Seguici sui nostri social: Risultati immagini per new telegram png     Risultati immagini per facebook logo png    Risultati immagini per instagram png    Risultati immagini per twitter png

 

F1 | GP USA – Quanto è costato a Leclerc montare la PU usata?

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.