F1 | GP Stati Uniti: analisi simulazione qualifica

Lewis Hamilton è il più veloce nella simulazione qualifica e si prenota per la pole position.

Lewis Hamilton durante le FP2 del GP degli Stati Uniti
Foto: formula1.com (L.Hamilton n.44)

Lewis Hamilton e la Mercedes non vanno in pole position dal Gran Premio di Germania, circa 3 mesi fa; decisamente troppo tempo, che però è coinciso con il dominio sul giro secco da parte della Ferrari. Finchè si vince in gara, poco importa se manca la prestazione sul giro secco, ma qui ad Austin la Mercedes si è confermata particolarmente veloce anche con poco carburante a bordo. Hamilton, che attualmente detiene il record di pole position in Formula Uno (87), in questa stagione è alla pari di Valtteri Bottas a quota 4 e a 3 pole position da il poleman stagionale Charles Leclerc, fermo a quota 7. GP Stati Uniti qualificheGP Stati Uniti qualifiche

Ferrari e Red Bull non sembrano molto distanti, il distacco dalla Mercedes di Hamilton è di circa 3 decimi per entrambe; ma rispetto alle ultime simulazioni qualifica la situazione è ben peggiore. Ovviamente la simulazione qualifica non è mai il reale valore in pista delle vetture, in pochissimi casi abbiamo visto gli stessi risultati tra qualifica e simulazioni, quindi la qualifica potrebbe comunque preservare delle grandi sorprese. GP Stati Uniti qualifiche

Charles Leclerc durante le FP2 del GP degli Stati Uniti
Foto: formula1.com (C.Leclerc n.16)

Classifica simulazione qualifica:

1. Mercedes (Lewis Hamilton) 1:33.232

2. Ferrari (Charles Leclerc) +0.301s

3. Red Bull (Max Verstappen) +0.315s

4. Toro Rosso (Pierre Gasly) +1.277s

5. McLaren (Carlos Sainz) +1.435s

6. Racing Point (Lance Stroll) +1.512s

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

7. Renault (Daniel Ricciardo) +1.692s

8. Alfa Romeo (Antonio Giovinazzi) +1.607s

9. Haas (Kevin Magnussen) +2.210s

10. Williams (George Russell) +3.517s 

La Toro Rosso si conferma ancora una volta la migliore dei team di metà classifica. Il propulsore Honda ha fatto grandi passi in avanti e ora sta dando un grande contributo alla scalata del team di Faenza, che adesso punta al quinto posto del campionato costruttori contro la Renault. La McLaren si trova subito alle spalle della Toro Rosso con Carlos Sainz, il team britannico è al quarto posto del campionanto costruttori con un discreto vantaggio sugli inseguitori.

Seguici anche su Instagram: @F1inGenerale

F1 | GP USA – La telemetria di Hamilton contro Leclerc: la sfida per la pole si annuncia sui millesimi.