F1 | GP Stiria – Alfa Romeo quasi a punti, Vasseur: “C’eravamo quasi, avanti così”

GP di Stiria non troppo esaltante per l’Alfa Romeo, che termina la gara a ridosso della zona punti. Il team ha però compreso meglio la C39 e guarda con ottimismo all’Ungheria.

gp stiria alfa romeo

Dopo la gara d’esordio del mondiale 2020 di Formula 1, il circus è rimasto tra le colline austriache per la disputa del secondo gran premio del mondiale. Il GP di Stiria ha fornito l’opportunità a molti team per comprendere meglio la propria vettura e fare una comparazione con i dati della settimana scorsa, tra essi c’è l’Alfa Romeo.

Il team italo-elvetico, con sede ad Hinwil, ha concluso la gara appena fuori dalla zona punti. Nonostante il risultato magro di punti, il team principal Frédéric Vasseur guarda all’Ungheria in modo cautamente ottimista.

Queste le sue dichiarazioni: Siamo stati molto vicini ai punti, ma alla fine non siamo riusciti ad ottenere quell’importante decima posizione.”

“È deludente lasciare l’Austria a mani vuote, ma possiamo portare con noi molti aspetti positivi. Abbiamo incrementato il ritmo rispetto allo scorso weekend e abbiamo potuto combattere in pista con team che erano davanti a noi”.

“Partire dalle retrovie non ci ha aiutati, così come abbiamo perso tempo quando Kimi ha dovuto evitare le Ferrari al primo giro, la top ten non era così lontana. Ci proveremo a Budapest”.

Il commento dei piloti

Kimi Raikkonen, partito dalla casella numero 16, è riuscito a risalire fino all‘undicesima posizione. Il pilota finlandese è apparso felice per il passo avanti rispetto alla settimana scorsa. Nonostante ciò, è rimasto deluso dal non aver potuto portare dei punti a casa: “Oggi abbiamo avuto una vettura piuttosto decente e il nostro ritmo è stato un passo avanti“.

“È frustrante non aver potuto lottare per i punti come avrei voluto. Ho perso molto tempo alla partenza, quando ho dovuto evitare il contatto delle Ferrari l’auto si è quasi fermata e si è innescato l’anti-stallo“.

“Inoltre negli ultimi 20 giri ho dovuto preservare carburante e non ho potuto spingere per riprendere Kvyat. Tuttavia credo che in quanto a pura velocità avremmo potuto lottare per i punti. Proveremo ad ottenere un risultato migliore la prossima settimana“.


Allo stesso modo, il compagno Antonio Giovinazzi volge l’attenzione al prossimo gran premio, dopo il difficile fine settimana: È stato un weekend un po’ difficile. La qualifica ci ha reso difficile lottare per la zona punti.”

“Ho fatto una buona partenza recuperando un po’ di posizioni, ma alla fine non siamo riusciti a raggiungere la top ten”.

“Possiamo essere felici di lasciare l’Austria con 2 punti, non vedo l’ora di andare in Ungheria. L’Hungaroring è in circuito molto diverso dal Red Bull Ring, ci vorrà molto carico aerodinamico e servirà meno la potenza del motore. Proveremo a compiere un altro step in avanti”.

 

Seguici anche su Instagram

 

F1 | Renault protesta contro la Racing Point: accettato il ricorso, inizia l’inchiesta

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.