F1 | GP Stiria – Leclerc fa mea culpa: “Deluso di me. E’ colpa mia, non si fa così ai compagni di squadra”

Leclerc commenta con estrema delusione l’incidente nel corso del primo giro: ammette con estrema umiltà la propria colpa, consapevole di aver danneggiato fortemente Vettel e la propria squadra

Leclerc incidente Vettel

Il GP di Stiria si candida come uno dei peggiori weekend della storia Ferrari in Formula 1. Dopo le drammatiche qualifiche di ieri, in Ferrari contavano di poter dimostrare un passo diverso nel corso della gara. E guardando alla performance della Racing Point, che dopo il disastro in qualifica ha dimostrato un ottimo ritmo in gara, vedere le Ferrari rimontare e segnare due buoni punteggi non era cosa impossibile. Ma un grave errore di valutazione di Leclerc ha distrutto ogni chance: il monegasco ai microfoni di Sky ha fatto mea culpa, raccontando l’episodio dal proprio punto di vista. Leclerc incidente Vettel

Charles Leclerc: “Peggio di questo era impossibile ed è colpa mia”

“Sono andato Vettel a scusarmi. Quando sbaglio sono onesto e oggi non sono stato per niente bravo, sono deluso di me. Ad inizio anno ho detto che non volevo perdere opportunità e oggi c’era la possibilità di fare meglio. Era difficile fare grandi punti con la performance che avevamo ma peggio di questo era impossibile ed è colpa mia. Mia è la responsabilità. Mi spiace per il team che ha lavorato tanto per portare upgrade che non ci hanno portato dove volevamo ma che comunque ci hanno fatto fare uno step in avanti, volevamo vedere il risultato in gara e ho buttato tutto via io. Non ci sono scuse, dal mio punto di vista forse avevo troppa voglia di fare meglio”

“Sono stato troppo ottimista” ,conclude con rammarico Leclerc, ” ho visto un buco e mi sono detto “ci provo!”, ma avrei dovuto pensare di più. Era Seb, il mio compagno di squadra, e non si fa così ad un compagno. E’ colpa mia, mi dispiace”.

F1 | GP Stiria – Binotto: “Inutile puntare il dito contro i piloti, bisogna lavorare sulla competitività”

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"