F1 | GP Stiria – Sintesi FP2: Super Max Verstappen! Ferrari bene sul passo gara, un po’ meno in simulazione qualifica

Terminate anche le FP2 del GP di Stiria: Super Max Verstappen! Ferrari bene sul passo gara, un po’ meno in simulazione qualifica. Bottas manovra rischiosissima in pit lane.FP2 stiria

PL2 GP Stiria: prima mezz’ora

Al via le FP2 del GP di Stiria. Il pilota dell’Alpha Tauri, Pierre Gasly, non vi ha preso parte. Secondo Honda si tratterebbe di un problema alla power unit che deve essere studiato attentamente. Al via gli altri 19 piloti, con una chance di pioggia dell’80%. Tutti scendono in pista con gomma media/dura, solo Russell su soft. Il primo a fare il tempo è Verstappen, seguito da Alonso (medie) e Leclerc, a circa due decimi e mezzo dall’olandese a parità di gomma.  A circa 10 minuti dall’inizio delle prove arriva la tanto attesa pioggia, mentre Leclerc riesce a migliorare il suo tempo. Arriva anche Hamilton, che piazza un 1:06.358 con gomme dure. Come nelle PL1, Carlos Sainz finisce in testacoda in ghiaia ma riesce a liberarsi senza grandi problemi. pl2 Stiria

Max Verstappen riconquista la prima piazza: 1:06.192 per l’olandese della Red Bull. Bottas si stava migliorando con settori fucsia montando gomme soft, ma non è riuscito a fare il tempo. Fantastico Lance Stroll (soft), che riesce a raggiungere la prima posizione, non andando, però, sotto l’1:06. Il primo ad andare sull’1:05 è il compagno Sebastian Vettel (1:05.934). La pista sembra migliorare di giro in giro, con Hamilton e successivamente Ocon che prendono la testa della classifica. Testacoda anche per Latifi e Mazepin nei primi trenta minuti di prove. Un super 1:05.335 di Hamilton viene tolto per track limits, davanti rimane Verstappen. P2 Ricciardo.


Leggi anche

F1 | Novità in Aston Martin: arriva Dan Fallows dalla Red Bull


PL2 Stiria: seconda mezz’ora

Iniziamo con la simulazione passo gara. Il primo a scendere in pista è Norris con 1:10.3 e 1:10.4 (soft). Bottas, sempre su soft ha completato un giro in 1:10.1. Ferrari scende in pista con gomme dure (soft per Sainz e hard per Leclerc). Il tempo sembra essere migliorato, le nuove scomparse lasciano spazio a un cielo più sereno. Nel frattempo Bottas, in pit lane, finisce in testacoda non appena modificata la gomma. Manovra molto pericolosa, che ha portato gli steward a investigare attentamente ciò che è accaduto. Leclerc con gomma dura fa 1:09.7, sui tempi di Verstappen a parità di gomma.

Indipendente dalla mescola, i tempi sembrano essere molto simili tra di loro. Verstappen continua con un ottimo 1:09.2, seguito da Hamilton in 1:09:4. Leclerc ottimo andare, molti giri con gomme hard che, rispetto agli altri piloti, non degradano più di tanto. Anche Sainz con gomma rossa riesce ad avere tempi molto buoni senza un degrado visibile delle gomme. Nel frattempo, in McLaren protestano con Masi sul capitolo Bottas: “È assurdo, poteva prendere uno dei nostri meccanici”. Per imparare dagli errori in Francia, Leclerc e Sainz stanno cercando di fare più giri possibile sulla stessa gomma, per capire come migliorare (i tempi hanno continuato ad essere molto bassi, segno di assenza di eccessivo degrado). Nel frattempo Leclerc, che ha provato un nuovo fondo che verrà implementato a Silverstone, mette gomme rosse nuove, non riuscendo a migliorarsi causa traffico. Si prospetta una grande lotta per questo weekend, con solo Verstappen un po’ staccato dagli altri.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.