F1 | GP Turchia 2020 Prove Libere – Alfa Romeo, Kimi : “Oggi sembrava di essere proprio sul ghiaccio”

La Formula 1 è finalmente tornata in Turchia, ma la giornata di venerdì è stata decisamente movimentata per i piloti. Per i piloti Alfa Romeo segnali promettenti sia nei long run che nel giro da qualifica. Turchia Prove Libere Alfa

Turchia Prove Libere Alfa
Credits: Alfa Romeo Racing

Il circuito del Istanbul Park nella giornata di venerdì è sembrato un’enorme pista di pattinaggio a causa una combinazione unica di fattori. Una giornata fredda, asfalto nuovo di zecca e un lavaggio della superficie effettuato durante la notte non hanno reso la vita facile ai piloti. Turchia Prove Libere Alfa

Alla fine, nonostante la mancanza di grip, il chilometraggio è stato abbondante, soprattutto nelle FP2 con il progressivo miglioramento della superficie della pista. Per Alfa Romeo ci sono stati alcuni segnali promettenti, spuntando tutte le caselle del piano di sviluppo e raccogliendo i dati necessari per una lunga serata di calcoli per i setup.

In vista di domani c’è la minaccia di pioggia, fattore che cancellerebbe ogni traccia di miglioramento della pista che si è avvertito nel pomeriggio.

Kimi Räikkönen , in P16 tutto il giorno, parla così del feeling in pista: Turchia Prove Libere Alfa

“Le condizioni della pista sono state la sfida più grande questa mattina, anche se siamo riusciti a fare tutto ciò che avevamo programmato. La giornata non era molto calda, le gomme erano dure e l’asfalto nuovo, e questa combinazione ha reso tutto molto scivoloso. È ancora molto difficile avere una sensazione adeguata per la macchina, anche se mi è parsa migliorare ad ogni giro, ma alla fine è lo stesso per tutti. Certo, domani potrebbe piovere e abbiamo visto quanto diventa ancora più scivoloso l’asfalto quando è bagnato, quindi non ci resta che aspettare e vedere in quali condizioni correremo in qualifica “.

Antonio Giovinazzi, in zona top 10 tutto il venerdì , dice:

“La pista mi è sembrata davvero bella ma le condizioni dell’asfalto sono state davvero scivolose. È stato molto difficile mettere tutto insieme, probabilmente è stata la cosa peggiore che ho provato ad oggi in una macchina di Formula 1. Domani potrebbe essere anche peggio, quindi vedremo cosa succederà. I primi giri nelle FP1 sono stati davvero difficili, le FP2 sono andate un po ‘meglio perché la pista è migliorata. Queste condizioni possono essere un’opportunità per noi, tutto può succedere: bisognerà essere preparati e fare un buon giro in qualifica.”

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | Gp di Turchia: Russell partirà dal fondo per cambio Power-Unit

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.