F1 | GP Turchia – Anteprima Alfa Romeo, Giovinazzi sul 500° GP della Sauber: “Siamo una grande famiglia, non potremmo essere più orgogliosi”

Il GP di Turchia per l’Alfa Romeo non sarà decisamente una gara come le altre. A raggiungere un traguardo storico, infatti, sarà proprio la Sauber che festeggerà il Gran Premio numero 500. Un risultato, questo, che dimostra la longevità della scuderia svizzera e che assume ancora più valore se si pensa che solo altri tre team sono riusciti ad ottenerlo

GP Turchia Alfa Romeo
Foto: Twitter Alfa Romeo Racing Orlen

500 Gran Premi, un risultato mica da poco quello che festeggerà la Sauber, ora sotto il nome di Alfa Romeo, al via del GP di Turchia. Il 14 marzo 1993, infatti, l’allora sconosciuta scuderia svizzera iniziava la sua avventura in F1. Avventura che tutt’ora continua, anche se negli anni i cambiamenti sono stati molti. Dal nome ai proprietari (Peter Sauber, BMW e di nuovo Sauber nel 2010, fino ad arrivare a Longbow Finance), dai colori al logo.

Un traguardo, dunque, che permetterà, alla scuderia guidata da Vasseur, di essere considerata a pieno titolo una delle più longeve insieme a Ferrari, McLaren e Williams. Ecco che cosa hanno detto Frédéric Vasseur, team principal, ed i due piloti Kimi Räikkönen e Antonio Giovinazzi.

Frédéric Vasseur

“Questo sarà il Gran Premio numero 500 per il team ed è un traguardo che mostra quanto sia importante questa scuderia. Siamo fiduciosi nel futuro e speriamo che le prossime 500 gare saranno ricche di soddisfazioni. Ovviamente ci piacerebbe festeggiare questo traguardo ottenendo un buon risultato nella gara di questa domenica. In ogni caso siamo molto orgogliosi di ciò che abbiamo ottenuto nell’ultimo GP perché dimostra quanto stiamo migliorando. Ovviamente c’è ancora tanto lavoro da fare per riuscire a realizzare il nostro obbiettivo”

Kimi Räikkönen

“Non sono una persona che guarda molto ai numeri ma quello di questa domenica è un traguardo importantissimo. Per quanto riguarda il GP sono felice di tornare su questo tracciato. In passato, infatti, in Turchia sono state disputate delle belle gare e non vedo l’ora di vedere come se la caverà la Formula Uno di oggi. Per esempio in tanti stanno parlando di curva 8. Io sinceramente, considerando le attuali prestazioni delle vetture, non credo che sarà così eccitante per noi piloti dentro l’abitacolo. Sarà sicuramente bello da vedere al di fuori, ma penso che saranno altre le curve fondamentali per fare la differenza


Antonio Giovinazzi

Sarà un weekend importantissimo per il nostro team, visto che sarà il GP numero 500. Solo altri tre team hanno raggiunto questo traguardo e questo dice molto. Per questo siamo così orgogliosi e speriamo di fare una bella gara in modo da poter festeggiare. Personalmente non ho mai avuto la possibilità di correre in Turchia ma conosco la pista perché ho visto dei video delle ultime gare e sembra pazzesca”

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | Il Team Principal Williams è positivo al Covid-19