F1 | GP Turchia – Anteprima Brembo: Circuito dalle due facce

Analizziamo le peculiarità del circuito dell’Istanbul Park, classificato da Brembo come mediamente impegnativo per gli impianti frenanti. GP Turchia Anteprima Brembo

GP Turchia Anteprima Brembo
Credits: Brembo

La Formula 1 torna in Turchia per il secondo anno di fila, nel circuito dell’Istanbul Park. GP Turchia Anteprima Brembo
Lo scorso anno, complice il nuovo asfalto e le condizioni non asciutte, i piloti hanno fatto fatica a trovare il giusto grip durante il weekend, vedremo quale sarà la situazione nell’appuntamento 2021.

Tracciato GP Turchia
Il tracciato dell’Istanbul Park [Credits: Brembo]
Il tracciato è classificato da Brembo con un indice di 3/5: mediamente impegnativo per gli impianti frenanti.
La pista è lunga 5338 metri ed è suddivisa in due parti molto diverse tra loro: il primo tratto non presenta frenate ad alta intensità, mentre la seconda parte, meno tortuosa, è caratterizzata da frenate di più alta intensità.
Altre peculiarità del tracciato sono l’assenza di un lungo rettilineo principale e la presenza di ampi dislivelli lungo il percorso.
I giri percorsi durante un Gran Premio sono 58, e i piloti utilizzano il freno per il 17% del tempo (pari a 14,6 secondi/giro), lo stesso valore di circuiti come Sochi e Zandvoort.

Le frenate

Frenate GP Turchia
Le frenate del GP della Turchia [Credits: Brembo]

Il tracciato è caratterizzato da 9 frenate complessive: una di esse è molto impegnativa, 3 sono mediamente impegnative e le restanti 5 sono light.

La frenata più impegnativa è quella di curva 12. Qui le monoposto frenano da 313 km/h fino a 92 km/h in 125 metri e 2,82 secondi. La decelerazione massima è pari a 4,5g. Questa è l’unica frenata del circuito con una durata superiore a 2,5 secondi.

Altre frenate rilevanti sono quelle di curva 1, curva 7 e curva 9. La decelerazione massima supera i 4g in tutti e tre i casi.
Tutte le altre frenate presentano decelerazioni massime decisamente inferiori, considerate anche le velocità di ingresso e uscita più basse.

Dati e immagini forniti da Brembo.

Seguici sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter