F1 | GP Turchia – Anteprima Brembo: si torna a Istanbul dopo 9 anni

La F1 torna all’Intercity Istanbul Park dopo 9 anni. Analizziamo il circuito con l’aiuto di Brembo. GP Turchia Anteprima Brembo

GP Turchia Anteprima Brembo
Foto: Brembo

Dopo una pausa di una settimana, la Formula 1 torna questo weekend con l’appuntamento a Istanbul. GP Turchia Anteprima Brembo
Il tracciato torna a far parte del calendario di Formula 1 dopo 9 anni. L’ultimo appuntamento risale, infatti, al 2011 e vinse Sebastian Vettel.

Il circuito

Circuito Istanbul
Il circuito dell’Intercity Istanbul Park [Credits: Brembo]
Il tracciato è lungo 5338 metri ed è caratterizzato da 9 frenate. Si tratta di una pista mediamente impegnativa per gli impianti frenanti (livello 3/5), ma ostica in frenata a causa delle numerose ondulazioni. I rischi sono, infatti, di arrivare lunghi nelle staccate in discesa o di frenare troppo nelle staccate in salita.

Il tempo di frenata dovrebbe aggirarsi intorno ai 14,53 secondi al giro, pari al 17% della durata totale. Nel 2011 la percentuale di utilizzo dei freni era del 13% a causa dei più alti tempi sul giro.

Il tracciato presenta 5 frenate con una decelerazione superiore ai 4,2g, ma anche 3 frenate in cui il calo di velocità è inferiore a 40 km/h.

Le frenate

Frenate Istanbul
Le frenate del circuito di Istanbul [Credits: Brembo]
Sono 4 in totale le frenate molto impegnative, una è di intensità media e le 4 rimanenti di intensità lieve.

La frenata più impegnativa è quella di curva 12, in quanto le monoposto arrivano qui in accelerazione dalla curva 9 in avanti.
Le monoposto frenano da 345 km/h a 97 km/h in 138 metri e 2,86 secondi. La decelerazione massima è pari a 4,9g e il carico sul pedale del freno raggiunge i 140 kg. La potenza dissipata è pari a 2687 kW.

L’unica altra frenata che supera i 2000 kW di potenza dissipata è quella di curva 9. Qui la velocità di ingresso è più bassa (325 km/h) e quella di uscita è di 134 km/h. La staccata avviene in 121 metri e 2,19 secondi. Il carico sul pedale del freno è di 126 kg e la decelerazione è di 4,5g.

Nelle 3 frenate di entità lieve (curva 5, 13 e 14) la potenza frenante dissipata è molto bassa, sempre inferiore ai 200 kW.

Dati e immagini forniti da Brembo.

Seguici sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Presentata la prima bozza del calendario 2021