F1 | GP Turchia – Anteprima Williams, Russell: “Grave errore a Imola, la macchina però c’è”

Torna in Formula 1, dopo ben nove anni di assenza, il GP di Turchia. E in Williams si dicono estremamente entusiasti. Latifi e Russell guideranno per la primissima volta su questa pista.

GP Turchia Williams
Williams Racing on Twitter.

Dopo una settimana di riposo, la Formula 1 si dirige in Turchia, verso l’Intercity Istanbul Park. Il circuito non ospita un Gran Premio della massima categoria da ben nove anni.

Possiamo quindi affermare con assoluta certezza che tra le pochissime gioie di quest’anno ci sia il ritorno di una pista leggendaria come quella turca.

I piloti della Williams si dicono estremamente entusiasti di poter correre per la primissima volta su questo tracciato, che vanta una moltitudine di curve impegnative.

Nicholas Latifi GP Turchia Williams 

“Sono felicissimo di andare a Istanbul e di scendere in pista. Dei tracciati di recente introdotti in calendario, la Turchia è quella che mi suscita più entusiasmo. Non ho mai corso qui, quindi è sempre bello come pilota doversi adeguare alla pista mentre si guida, è una sfida. Sembra davvero divertente. Come sempre questo crea una nuova opportunità per noi, con le squadre che non hanno dati recenti. Non vedo l’ora di provare a sfruttare questa opportunità, e speriamo di avere un buon fine settimana”.

George Russell GP Turchia Williams 

“Sono entusiasta di correre in Turchia, e per la sfida di guidare su un nuovo circuito. E’ stato bello avere una settimana di pausa per riflettere su quanto è successo a Imola e imparare dal mio errore. La recente performance della vettura è stata davvero incoraggiante e non vedo l’ora di vedere cosa riusciremo a fare. Nel complesso, mi sento più forte e pronto a lottare questo fine settimana”.

Dave Robson, responsabile delle prestazioni del veicolo

“La stagione sta procedendo bene. Il circuito di Istanbul ha uno dei migliori layout. Come Imola, gira in senso antiorario e utilizza i cambi di quota per migliorare la sfida e lo spettacolo. La famosa curva 8 è la curva simbolo del circuito e sottoporrà le auto e i piloti a grandi forze laterali per un periodo di tempo prolungato, contribuendo così alla sfida fisica.


Torniamo al normale format del weekend per questo evento, che ci darà la possibilità di esplorare più opzioni di setup di quanto abbiamo potuto fare a Imola. Il lavoro sarà incentrato sulla comprensione della pista e del comportamento delle mescole. Nelle ultime settimane abbiamo sperimentato buoni progressi sia in Portogallo che a Imola. George e Nicholas hanno entrambi mostrato un buon ritmo durante la gara di Imola e, se non fosse stato per un piccolo errore, saremmo finiti tra i primi dieci. Anche se è frustrante averlo mancato, siamo contenti di essere riusciti ad entrare in quella posizione, e speriamo di poterla consolidare qui in Turchia”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Mercedes – Il team principal Toto Wolff conferma la propria permanenza per il 2021