F1| GP Turchia | La Alpine di Ocon l’unica a non fermarsi ai box: “Bello prendersi il rischio”

Decimo posto per Ocon al GP di Turchia dopo una gara senza aver effettuato pit-stop, mentre Alonso ha chiuso al sedicesimo posto.

Fonte: Twitter Alpine F1 Team

La casa francese esce dal GP di Turchia con un punto, guadagnato grazie al decimo posto di Ocon, mentre Alonso non è andato oltre il sedicesimo posto a causa di due contatti nelle fasi iniziali della gara.

Partito dodicesimo Esteban Ocon è riuscito a raggiungere il decimo posto, dopo una gara molto attenta alla gestione delle gomme. Il pilota francese è stato l’unico a percorrere tutti i 58 giri del Gp di Turchia con un unico set di gomme intermedie senza effettuare pit stop. Nel finale è riuscito a contenere il ritorno di Giovinazzi, precedendolo sul traguardo per soli 7 decimi.

“Prendere un punto oggi è bella sensazione dopo un weekend impegnativo e una gara molto lunga”, le parole del francese. “È stato bello rischiare oggi andando fino in fondo con un treno di gomme, cosa che non si vede molto spesso. È stato anche bello dare ai ragazzi una pausa dal fare pit-stop per il pomeriggio! È stato difficile, ma le gomme sono durate poco e alla fine abbiamo una piccola ricompensa per questo. Mi sono piaciuti anche i combattimenti in pista là fuori, siamo riusciti a farci strada con i duelli, il che è stato divertente. Un punto è sempre bello e speriamo di poter continuare a costruire per la prossima gara”.


Leggi anche: F1 | GP Turchia, AlphaTauri ritrova uno splendido Gasly, ingenuo Tsunoda


La gara di Fernando Alonso, scattato dalla quinta casella, è stata condizionata del contatto alla prima curva con Gasly che ha mandato in testacoda lo spagnolo. Poco dopo un altro contatta con Mick Schumacher gli è costato 5 secondi di penalità, scontati al pit stop. Nel resto della gara Alonso non è riuscito capitalizzare la sua ottima posizione di partenza chiudendo sedicesimo.

“Oggi c’erano condizioni molto difficili e molto scivolose”, ha dichiarato lo spagnolo.Purtroppo abbiamo avuto le due collisioni, che hanno danneggiato la nostra gara. Pierre era in un sandwich andando all’angolo e ha colpito la parte posteriore della mia macchina. E poi mi scuso con Mick per aver urtato la sua macchina alla curva 4. Sono andato per il sorpasso ma è stato molto difficile vedere tutti intorno in condizioni di bagnato. Oggi è stata sfortuna ed è un peccato non essere riusciti a capitalizzare la nostra eccellente posizione di partenza. Tuttavia, come squadra abbiamo ancora segnato un punto oggi e ci rialzeremo per Austin, dove speriamo che la nostra fortuna cambi”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter