F1 | GP Turchia- Le prove libere della Mercedes- Hamilton: “Sembrava di guidare su una pista di pattinaggio”

Nelle prove libere del Gran Premio di Turchia, la pista dell’Instanbul Park ha messo in difficoltà le due Mercedes. Le condizioni della pista e le basse temperature hanno impedito al team di trovare subito il miglior set-up.

prove libere Mercedes Turchia
Credits @Mercedes F1

Le due Mercedes hanno avuto qualche difficoltà a trovare il feeling con la pista in occasione delle prove libere del GP di Turchia.

La sessione mattutina si è conclusa con la nona posizione per Bottas e la 15esima per Hamilton.Nel pomeriggio, Bottas è stato abbastanza veloce, e si è aggiudicato la terza posizione, seguito da Lewis Hamilton (P4).

Il team si è concentrato sulla ricerca del miglior set-up per la pista di Istanbul.

Valtteri Bottas

Valtteri Bottas ha raccontato la sua giornata: “Quando sono uscito in pista questa mattina sembrava più un rally, era abbastanza lontano dai normali standard di guida a cui siamo abituati in Formula Uno. Ma mi sono divertito a giocare in pista, a sperimentare con la macchina, in realtà è stato molto piacevole. L’asfalto è nuovo e molto liscio, il che rende particolarmente difficile riscaldare le gomme”.

È fondamentale in queste condizioni per costruire le temperature per darvi il sopravvento. L’abbiamo già sperimentato nei test invernali, ma mai così estremi. Oggi abbiamo anche visto un sacco di rampa di pista, portando i tempi sul giro verso il basso, che continueranno durante il fine settimana. La gomma Soft si sentiva meglio nel complesso, fornendo il miglior grip, anche se avevamo un po’ di granulosità sulla parte anteriore. Molto da imparare da oggi, difficile prendere le decisioni giuste, non solo in termini di set-up ma anche per la strategia della gara. Abbiamo del lavoro da fare anche in termini di quadro competitivo”, ha concluso il pilota finlandese

Lewis Hamilton

Anche Lewis Hamilton si è trovato in difficoltà durante le prove libere del Gp della Turchia, ha commentato: “Oggi è stata una giornata molto difficile. Questo è un circuito fantastico, ma la nuova superficie ci ha reso la giornata molto difficile. Nessuna delle gomme funzionava davvero per noi e sembrava di guidare su una pista di pattinaggio. Quindi, non si ottiene davvero il godimento del giro che normalmente si arriva intorno qui a Istanbul.”

“Quando sei molto al di sotto della finestra della temperatura, le gomme semplicemente non funzionano. Si può andare da un giro all’altro e trovare un secondo solo perché le gomme funzionano un po’ meglio in una delle curve. Abbiamo molto lavoro da fare per cercare di capire cosa possiamo cambiare da un giorno all’altro per metterci in una posizione migliore per domani. Ci sono alcune cose fondamentali che non si possono cambiare sulla macchina, ma dovremo solo fare del nostro meglio. Penso che sarà una vera lotta per noi questo fine settimana, ma che lo rende molto eccitante!” ha aggiunto il pilota inglese. La gara di domenica è il suo primo match ball: con tre gare d’anticipo, potrebbe laurearsi Campione del Mondo di F1 per la quarta volta consecutiva.

Andrew Shovlin

Infine Andrew Shovlin ha dichiarato: “Non abbiamo avuto una giornata facile qui, la pista è chiaramente molto bassa grip con la nuova superficie e altri stanno affrontando meglio di noi questa situazione. Sembra che sia più difficile di alcuni raggiungere la temperatura delle gomme e mentre avevamo provato alcune cose durante le sessioni per migliorare questo, il divario di prestazioni con la Red Bull rimane ancora e anche la Ferrari sembrava che fossero spesso davanti a noi”.

“Si tratta chiaramente di condizioni molto insolite e c’è molto da apprendere dai dati di oggi. Ma abbiamo anche le qualifiche di domani e una gara di domenica e al momento non siamo in gran forma e siamo in un momento difficile se non facciamo progressi significativi da un giorno all’altro”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Gp di Turchia: Russell partirà dal fondo per cambio Power-Unit

 

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.