F1 | GP Turchia – Nonostante le difficili qualifiche, Vettel resta positivo: “Domani c’è la possibilità di recuperare”

Giornata nera per la Ferrari che oggi arranca come poche altre volte nelle qualifiche in Turchia: in difficoltà nel mettere in temperature le gomme, Vettel non è riuscito ad andare oltre la 12° piazza, togliendosi la sola soddisfazione di battere Leclerc come non capitava dal GP di Ungheria. La sua P12 è poi diventata P11 con la penalità di Norris, sanzionato per aver ignorato un regime di bandiere gialla. Vediamo ora insieme come Vettel ha commentato le qualifiche: il tedesco è sembrato piuttosto positivo in vista di domani.

Vettel qualifiche turchia
GP TURCHIA F1/2020 – VENERDÌ 13/11/2020
credit: @Scuderia Ferrari Press Office

Una giornata estremamente complicata quella di oggi, che spingerà le menti di Maranello ad attente analisi al fine di comprendere le motivazioni dietro alle varie debacle sul bagnato di questa stagione. Sebastian Vettel si ferma soltanto in P12 nelle qualifiche in Turchia, prendendosi quasi 5 secondi da Verstappen, gap che ha meravigliato chiunque tra gli addetti ai lavori.

Il tedesco però , nel parco chiuso dopo le qualifiche, è sembrato comunque ottimista guardando alla gara di domani, tornando anche a parlare in italiano come non faceva da parecchio. Secondo il pilota tedesco, la SF1000 ha avuto difficoltà nel mandare in temperatura le gomme quest’oggi, ma domani – su pista asciutta – dovrebbe essere tutt’altra storia. Andiamo a leggere insieme il commento di Vettel alle qualifiche di oggi.

Sebastian Vettel: “C’è la possibilità di recuperare domani”

“Il nostro problema oggi è stato riuscire a mettere le gomme in temperatura, e in una situazione come quella odierna anche pochi gradi possono fare una differenza enorme. Sfortunatamente non siamo stati in grado di sfruttare il potenziale della macchina e in questo senso credo che le gomme Extreme Wet siano state la;mescola peggiore per noi. Di sicuro oggi la macchina valeva più del 12° posto, ma non in condizioni di pista simili.

Domani però, pur da centro gruppo, la gara si prospetta interessante proprio a causa delle caratteristiche dell’asfalto che credo siano senza precedenti, anche se ad Austin nel 2012, con il manto appena rifatto, avevamo visto qualcosa di simile. Ieri le sessioni sull’asciutto sono state molto difficili ma anche divertenti.

È chiaro che per noi non sarà facile, ma sono convinto che ci sia la possibilità di recuperare rispetto alla posizione dalla quale partiamo”.

Seguici anche su Instagram

F1 | GP Turchia – La telemetria grazia Lance Stroll, confermata la prima pole in carriera

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"