F1 | GP Turchia, prove libere Williams: “Sarà una gara molto difficile domenica, nessuno ha fatto più di 12 giri di fila con un solo set”

Prove libere del GP di Turchia difficili da decifrare per il team Williams. Se la simulazione gara sembra soddisfare il team di Grove non è lo stesso per quella di qualifica.

Formula 1 - GP Turchia - Williams George Russell
Foto: Williams Racing Twitter

La Williams sta affrontando quella che è la sua miglior stagione negli ultimi tre campionati e per il GP di Turchia c’è molta fiducia nel team. In quattro delle ultime cinque gare la squadra inglese è riuscita a conquistare almeno un piazzamento nella Top10 e un bottino di 23 punti. Una costanza come questa mancava dal 2017, ultimo vero anno di competitività del team. Nelle prove libere le cose non sembrano però essere andate come la Williams si aspettava. Se la simulazione gara ha comunque soddisfatto le aspettative, nonostante ci sia ancora da lavorare, non si può dire lo stesso per quella di qualifica. Le due FW43B non sembrano ancora dare il loro meglio sulla pista turca. George RusseIl ha terminato le FP1 in 11° posizione e le FP2 in 18°. L’inglese potrebbe incorrere inoltre in una penalità sulla griglia nel caso decidesse di cambiare elementi della sua PU. Nicholas Latifi ha invece conquistato una 15° piazza in FP1 e la 17° in FP2. Il meteo incerto di domani potrebbe comunque aprire a scenari interessanti capaci di rimescolare le carte.


Leggi anche: F1 | Ricciardo: “Istanbul? La pista si adatta alla Ferrari. La McLaren? Potremmo essere anche 4 o 5 secondi più veloci quest’anno”


George Russell:

“Il nostro ritmo ad alto carico di carburante sembrava abbastanza buono oggi, ma il nostro ritmo a basso carico non lo era altrettanto. Abbiamo bisogno di andare più in dettaglio con i dati stasera in modo da poter trovare qualcosa per domani, ma con la pioggia prevista per la notte e la mattina, potrebbe significare che le condizioni della pista si modificheranno molto prima delle qualifiche. Dobbiamo cogliere l’opportunità quando le condizioni cambiano a nostro vantaggio e lo abbiamo fatto davvero bene nelle ultime gare. Sarà una gara molto difficile domenica, nessuno ha fatto più di 12 giri di fila con un solo set di gomme e dobbiamo fare molto di più durante il Gran Premio.”

Nicholas Latifi: 

“La pista non è come me l’aspettavo, in particolare da quello che ho visto durante la track walk almeno, ma in modo positivo. Ovviamente, il grip è molto più alto rispetto all’anno scorso, e in realtà sembra molto più alto rispetto alla maggior parte delle altre piste in generale. Con il grip questo è un circuito davvero divertente, molto veloce e scorrevole. È una sensazione abbastanza piacevole e ha superato le mie aspettative. Sto ancora lottando per mettere le gomme nella giusta finestra, soprattutto con poco carburante, quindi penso che ci sia più lavoro da fare lì, ma in generale la macchina non sembra in una brutta posizione. C’è sicuramente un po’ di messa a punto da fare, ma penso che possiamo avere un buon inizio domani.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.