F1 | GP Turchia – Sainz: “Non vogliamo fare P4 e P8, vogliamo vincere”

Ottima gara in rimonta per Carlos Sainz in Turchia, votato anche pilota del giorno dopo aver concluso all’ottavo posto partendo dalla diciannovesima casella.

Sainz Turchia
Foto: Scuderia Ferrari via Twitter

Altra performance soddisfacente per Carlos Sainz, ottavo al traguardo al Gran Premio di Turchia. Partito dalla diciannovesima piazza per la sostituzione del motore, lo spagnolo aveva guadagnato già quattro posizioni nel primo passaggio. Dopo 10 giri l’ex McLaren si era già portato in undicesima posizione, diventata nona dopo il sorpasso su Vettel e quello su Tsunoda.

Arrivato alle spalle di Stroll si è poi fermato ai box, ma a causa di una sosta durata 8.1 secondi è tornato in pista in P10, compromettendo in parte la parte finale della sua gara. Nel finale Sainz è riuscito a risalire fino all’ottavo posto, sorpassando nei giri finali anche Esteban Ocon. La sua rimonta gli è valsa quattro utili punti in classifica e il riconoscimento dal pubblico mondiale di Driver of the Day.


Leggi anche: F1 | GP Turchia – Sintesi gara: Splendido Bottas che chiude in testa. Seguito da Verstappen e Perez


Questo il commento del #55 ai microfoni di Sky Italia: “Ne ho dovuti fare tanti di sorpassi oggi, uno a uno, non è che ci sia stata una partenza bellissima. Ho dovuto spingere al massimo, ad un certo punto facevo un sorpasso al giro e mi sono divertito tantissimo; poi si è asciugato un po’ ed è diventato più difficile. Gestire la gomma e l’aria sporca con una sola traiettoria era un po’ più difficile da gestire, ma abbiamo recuperato alla fine il tempo perso con il pit con degli ottimi ultimi giri”. 

“Non è una di quelle giornate in cui puoi lamentarti, tutto è andato molto bene. Quando finisci dietro Norris di tre secondi, dopo 10 giri bloccato dietro ad Ocon non potendo uscire dalla traiettoria – questo ci è costato qualcosa -, ma non è una giornata per lamentarsi. Qualcosa sul motore c’è, non vogliamo parlarne dettagliatamente, ma dimostra che stiamo lavorando.” aggiunge Sainz sul pit stop sbagliato.

“Come Scuderia Ferrari non ci stiamo fermando, abbiamo portato un aggiornamento con 7 gare alla fine quando sono tutti concentrati sull’anno prossimo. Stiamo spingendo perché non vogliamo finire quarto e ottavo, vogliamo vincere. E’ stata una bella emozione come prima gara all’attacco con la Ferrari, mi sono divertito e voglio viverne più così.” conclude Sainz dimostrando la fame di vittorie del Cavallino.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.