F1 | GP Turchia – Toto Wolff sulla gara di Hamilton: “Dobbiamo lavorare sulla comunicazione per fidarci a vicenda”

Al termine del GP di Turchia Toto Wolff, in conference call, parla della gara di Hamilton e Bottas: le parole del team principal Mercedes.

toto wolff hamilton turchia
Fonte: @unknown

Al termine del GP di Turchia le parole di Lewis Hamilton sono state intrise di amarezza per l’occasione perduta. Sir Lewis avrebbe voluto evitare il pit (o in alternativa montare pneumatici soft) per tentare l’attacco a qualcosa di più di un semplice podio. Le intenzioni del #44 non sono però state condivise ed assecondate dal muretto che, richiamando l’inglese per montare nuove intermedie, ha scatenato la rabbia e la delusione del 36enne britannico. Se da una parte l’impressione è quella di aver gettato al vento una preziosa chance, dall’altra parte, presieduta da Toto Wolff, c’è una discreta soddisfazione. A spiegarla è lo stesso team principal Mercedes nella conferenza con i giornalisti al termine della corsa turca. toto wolff hamilton turchia

Interpellato sulla possibile occasione persa, Wolff ha risposto: “Si può sempre ottenere di meglio, ma credo che oggi il team abbia lavorato bene.”

Su quella che è parsa a molti come un’eccessiva prudenza:Avremmo potuto essere ancora più conservativi, richiamando Lewis alla sosta di Verstappen e Perez. Probabilmente saremmo usciti dai box dietro a Perez e avremmo combattuto in pista per la terza o quarta posizione, spiega Wolff.


Leggi anche: F1 | GP Turchia – Hamilton furioso dopo il pit-stop, il team radio: “Ve l’avevo detto!”


“In alternativa – continua il boss della scuderia di Brackley – avremmo potuto scegliere di andare lunghi e semplicemente non fermarci. Avremmo però rischiato un ritiro, racconta.

Se per alcuni una quinta posizione potrebbe essere un deludente risultato in ottica iridata, per Toto non è così: “Quanto ci costa in campionato questa P5? Con la penalità abbiamo raggiunto la P5, perdendo 8 punti da Verstappen. In Russia però la Red Bull è rimasta contenta di aver finito il weekend limitando la perdita a 7 punti.”

“Un DNF cambierebbe la situazione“, dice Wolff. “Abbiamo valutato anche quel fattore nella strategia di Lewis: un ritiro fa una grande differenza, non un terzo, quarto o quinto posto, spiega il capo del team. Grazie a Dio c’era Valtteri che ha vinto e ottenuto il giro veloce. Era l’unico a poter impedire a Verstappen di trionfare, senza penalità avremmo potuto finire in doppietta”.

Infine parla della reazione di Hamilton: Dalla macchina è sempre difficile capire la propria posizione rispetto agli altri piloti. Il pilota può dare preziose informazioni sul grip della pista, ma ci sono informazioni che non può sapere. Lewis ha avuto un colpo di genio in termini di strategia l’ultima volta (in Turchia, 2020, ndr). Penso che dobbiamo davvero lavorare sulla comunicazione per fidarci l’uno dell’altro, e noi dobbiamo essere capaci a descrivere per cosa stiamo correndo. In ogni caso è tutto assolutamente a posto”, conclude Toto Wolff.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.