F1 | GP Ungheria – Alfa Romeo: “Era un’opportunità per segnare molti punti”

Opportunità mancata per Alfa Romeo nel GP di Ungheria. Il team svizzero non è andato oltre la 10° piazza e solamente grazie alla squalifica di Vettel.

GP Ungheria - Alfa Romeo
Foto: Alfa Romeo Racing Twitter

Il GP di Ungheria ci ha regalato una delle gare più imprevedibili della stagione ma Alfa Romeo non è riuscita ad approfittarne. Il team di Hinwil ha tentato con Giovinazzi la carta delle slick rientrando ai box prima di schierarsi sulla griglia. La bandiera rossa ha rovinato però i piani del team. Quando la gara è tutti i piloti, Hamilton escluso, hanno montato le slick prima di andare sulla griglia. Alfa Romeo si è trovata quindi a dover inseguire. La doppia penalità ha definitivamente messo il team fuori gioco, Raikkonen ha ricevuto 10 secondi per un contatto con Mazepin ai box mentre Giovinazzi uno stop&go per la velocità in pitlane. Il team Alfa Romeo ha comunque centrato la zona punti, la 10° posizione, grazie alla squalifica di Sebastian Vettel. Nel caso però il ricorso fosse favorevole al team inglese i punti conquistati ritornerebbero a 0.

Frédéric Vasseur, Team Principal:

È stato un fine settimana molto difficile per la squadra, dopo un inizio promettente. Siamo arrivati in gara dopo un buon sabato in cui abbiamo fornito la migliore prestazione complessiva in qualifica della stagione, ma le fasi iniziali sono state un caos. Siamo stati bloccati alla prima curva, cercando di evitare gli incidenti in partenza, e abbiamo dovuto recuperare dal fondo del gruppo su una pista dove i sorpassi sono molto difficili. Purtroppo, una collisione con Mazepin e un’infrazione per eccesso di velocità nella pitlane hanno fatto sì che sia Kimi che Antonio ricevessero penalità e non siamo stati in grado di trasformare questa possibilità in punti alla fine. È un peccato perché era un’opportunità per segnare molti punti: ma continuiamo a lavorare duro, sapendo che avremo più opportunità nella seconda parte della stagione”.


Leggi anche: F1 | GP Ungheria – Perez: “Ero partito bene, è un duro colpo per il team”


 

Kimi Räikkönen:

L’inizio della gara è stato un po’ quello che ci si aspetta in queste condizioni, con un primo giro frenetico e un sacco di cose che accadono. Sembrava abbastanza ok fino alla penalità, che ha praticamente compromesso la nostra gara: c’è stato un problema con il sistema di rilascio del semaforo e abbiamo finito per collidere con Mazepin. Fino alla penalità, eravamo vicino ai punti, ma risalire dal fondo è stato davvero troppo“.

Antonio Giovinazzi:

Non era il nostro giorno. Era una gara dove avevamo la possibilità di portare a casa un buon risultato e non l’abbiamo fatto, ma è quello che è. Con la penalità dopo la ripartenza, la nostra gara è stata abbastanza compromessa: è difficile dire quanto ritmo avevamo davvero perché ho trascorso un sacco di tempo nel traffico, ma quando in aria pulita siamo stati abbastanza buoni quindi è deludente non finire nei punti. Concentriamoci sul ricaricare le batterie in questa pausa e poi torniamo più forti a Spa. Ci sono ancora molte gare da fare dopo le vacanze e non ci arrenderemo“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.