F1 | GP Ungheria – Anteprima Racing Point, Perez: “Mantenere un buon ritmo è decisivo”

Il terzo Gp sarà quello d’Ungheria e le Racing Point cercheranno di portare a casa più punti possibili per il campionato costruttori di F1. F1 Racing Point Ungheria

F1 Racing Point Ungheria
Sergio Perez – Foto: Racing Point

Sergio Perez

Ecco le prole del messicano a qualche giorno dal GP di Ungheria: “La pista è molto tecnica infatti non è facile realizzare un giro pulito. È sempre sporco fuori traiettoria e qualsiasi errore nelle curve a bassa e media velocità lo paghi caro” . F1 Racing Point Ungheria 

“Mantenere un buon ritmo è molto importante, più che nella maggior parte di altri tracciati. È stretto, tortuoso e di solito questo rende una gara interessante. Il primo settore ci offre alcune opportunità di sorpasso. Per sorpassare all’interno della curva 1, devi essere davvero sicuro dei tuoi freni. In questa curva le barriere sono molto distanti e per questo, noi piloti siamo disposti a correre più rischi”. 

“Il mio ricordo migliore qui? Direi che è stato nel 2013, gareggiando con la McLaren. È stata un’ auto difficile da guidare e non una vera contendente per la top ten in qualifiche, ma sono stato in grado di mettere insieme un giro molto forte per arrivare in Q3, qualificandosi al nono posto. In gara poi ho segnato alcuni punti per completare un ottimo fine settimana” .

F1 Racing Point Ungheria
Lance Stroll – Foto: Racing Point

Lance Stroll

Queste sono state le parole del canadese nella settimana del GP di Ungheria: “Budapest in piena estate ci sono sempre giornate molto torride. Ci sono alte temperature di pista e le gomme sono molto sollecitate, specialmente con così tante zone di trazione a bassa velocità” 

“All’interno dell’auto, sei sempre occupato. Non è intensa come pista, ma è un circuito in cui hai non hai neanche un momento per riprendere fiato.Tutte le curve scorrono velocemente una dopo l’altra, quindi è davvero difficile trovare il tuo ritmo dall’inizio sino alla fine del weekend. L’ Hungaroring secondo me è un po’ come un mini-Monaco, ma senza le barriere”

“Budapest è una città fantastica, e la pista è una delle mie preferite, in realtà, è davvero un bel posto. Quest’anno non c’è nessuna sensazione di fine prima parte campionato ed inizio delle vacanze estive, ma abbiamo invece una gara dopo l’altra e per fortuna siamo tornati a correre, il che è ancora meglio! “

Seguici su Twitter.

F1 | Il caso Racing Point, analogie con la Spy Story 2007? Se fosse un piano “lecito” di Wolff per il dopo Mercedes?