F1 | GP Ungheria, Conferenza Mercedes – Hamilton: “Contro Red Bull non sarà facile”

Archiviata la doppietta ottenuta nello scorso GP, la Mercedes nel GP d’Ungheria è pronta a dare nuovamente battaglia, in particolar modo ai possibili rivali al titolo della Red Bull.

Mercedes GP Ungheria
Credits: Mercedes

Ci siamo, il GP d’Ungheria è alle porte e la Mercedes è pronta a battersi contro tutti i suoi rivali. Nella conferenza stampa svoltasi oggi i due piloti sono sembrati tranquilli anche se entrambi temono in particolare la concorrenza delle due Reb Bull di Max Verstappen e Alex Albon.

Il tracciato dell’Hungaroring è abbastanza congeniale ad entrambe le vetture e proprio per questo, molto probabilmente, assisteremo ad una grande gara dove le strategie saranno fondamentali per portare a casa il miglior risultato.

Su questo tema si è espresso  in particolare Hamilton mentre Bottas ha parlato molto del suo futuro. Ecco alcune delle loro parole:

Luis Hamilton

“Sicuramente non sarà facile visto che questo è un circuito dove la Red Bull va sempre molto forte. Venerdì in Austria sono stati i più veloci e noi siamo riusciti a batterli veramente di poco, ma adesso ci apprestiamo ad affrontare un circuito con più curve a bassa e media velocità”.

“Questa pista è completamente diversa da quella austriaca e sarà molto importante avere una macchina equilibrata, anche perché il tracciato è molto congeniale alla Red Bull. Prevedo una battaglia molto dura e questo possiamo e dobbiamo migliorare in alcune parti del tracciato”. 

Successivamente si è espresso anche sulla mancanza dei tifosi: “Sarà veramente molto strano. Penso anche a Silverstone, il mio GP di casa, e al fatto che non ci saranno tifosi devo ancora abituarmi. Spero vivamente che riusciranno ad organizzare in questo campionato qualche gara a porte aperte perché gareggiare con il pubblico che ti da forza è un’altra cosa”.

Valtteri Bottas

“Con tutte queste gare una dietro l’altra non ci si accorge che il tempo passa in fretta e molte decisioni vanno cominciate ad essere prese in considerazione. Ancora non è stato firmato nulla ma sento che tutto si sta orientando verso una giusta soluzione”.

“La cosa principale è mantenere l’attenzione sul mondiale poiché ci sono grandi cose da fare. So che devo mantenere la concentrazione sempre al massimo e tutto il resto verrà da se. Ovviamente trascinare troppo avanti le trattative non è bello ma attualmente abbiamo fatto solo due gare quindi ritengo che ci sia ancora tempo”.

 

Seguici anche su instagram

F1 | Il caso Racing Point, analogie con la Spy Story 2007? Se fosse un piano “lecito” di Wolff per il dopo Mercedes?

mm

Edoardo Borriello

Salve a tutti, sono uno studente di scienze politiche e relazioni internazionali alla Sapienza università di Roma, da sempre grande tifoso e appassionato di F1.