F1 | GP Ungheria – Gasly entusiasta: “Sorpresi di battere Ferrari, non vedo l’ora di lottare con Charles e Lando”

Una qualifica perfetta per Pierre Gasly in Ungheria con l’AlphaTauri: il francese scatterà dalla quinta casella ed è la prima vettura alle spalle dei top team. Disastro Tsunoda 16°.

Gasly Ungheria
Foto: Scuderia AlphaTauri via Twtter

Sabato agrodolce per l’AlphaTauri in Ungheria con un super Pierre Gasly quinto e un deludente Yuki Tsunoda solo sedicesimo. Il pilota francese eguaglia il suo secondo miglior piazzamento in qualifica (a Baku concluse quarto), dopo aver segnato il quinto tempo al sabato già nei primi due appuntamenti. Gasly ha battuto sia Leclerc che Norris con un ottimo secondo tentativo nel Q3, mancando di 63 millesimi la quarta posizione e quindi la seconda fila.

Non può essere ugualmente soddisfatto Tsunoda in un weekend finora nero. Dopo aver messo la sua AT02 in barriera nelle FP1, la situazione non è migliorata. Per il giapponese questa si tratta infatti della sua seconda esclusione consecutiva in Q1 e la sesta stagionale.


Leggi la sintesi delle qualifiche del GP d’Ungheria!


Gasly ha commentato con soddisfazione il risultato ottenuto: “Sono felicissimo della mia qualifica: è una bella sensazione essere la prima vettura alle spalle di Mercedes e Red Bull. Siamo un po’ sorpresi dell’essere davanti alla Ferrari, che era davvero forte, quindi mi considero davvero soddisfatto della nostra prestazione. Per noi non sarà una gara facile, alcuni nostri avversari hanno un passo gara migliore, ma conquistare una buona posizione di partenza oggi era cruciale e ci siamo presi quella migliore per poter lottare domani. Sono davvero elettrizzato all’idea di poter battagliare con Charles e Lando: qui non è facile superare, quindi sgomiteremo per cercare di mantenere la quinta posizione”.

Tanta frustrazione invece per Tsunoda: “Per l’intero weekend ho faticato con il bilanciamento della macchina, è stata piuttosto dura. Nelle Libere 3 abbiamo massimizzato l’attività in pista per cercare di recuperare il tempo perso ieri. Sento di aver costruito bene il mio ritmo e sono riuscito a mettere insieme un buon giro. Ho iniziato con ottimismo la qualifica e penso che il mio giro sia stato buono, ma sentivo che mi mancava ancora grip. Non ho ben capito come abbia perso così tanto tempo rispetto al mio compagno di squadra. Avrò bisogno di sedermi con i miei ingegneri questa sera e guardare i dati prima della gara. Questo circuito mi piace molto, quindi è frustrante non poter partire più avanti sulla griglia domani”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.