F1 | GP Ungheria: Haas penalizzata dai commissari per il pit-stop prima della partenza

Al termine del GP di Ungheria, arriva un’investigazione per Haas. Il pit-stop svolto prima che la gara iniziasse potrebbe violare il regolamento sportivo di Formula 1.

GP Ungheria investigazione Haas
Haas, GP Ungheria 2020. Fonte: account Twitter del team

AGGIORNAMENTO: entrambi i piloti Haas sono stati penalizzati dai commissari con 10 secondi di penalità. Magnussen scivola dalla nona alla decima posizione. GP Ungheria investigazione Haas


L’ottima strategia pensata da Haas è sotto investigazione. La squadra è stata convocata dai commissari responsabili del Gran Premio di Ungheria per una possibile infrazione del regolamento.

Sia Kevin Magnussen che Romain Grosjean hanno effettuato il primo pit-stop al termine del giro di formazione, passando alle gomme slick a causa della crescente umidità della pista.

Il rientro ai box prima che la gara iniziasse ha permesso al team di portarsi avanti sin dai primissimi giri.

La squadra è stata chiamata a spiegare le proprie azioni in relazione all’articolo 27.1 del regolamento di Formula 1, il quale afferma che “il pilota deve guidare da solo e senza aiuti”.

La strategia ha contribuito naturalmente al nono posto conquistato da Kevin Magnussen. Il pilota ha stabilito così il miglior risultato della squadra nel 2020. GP Ungheria investigazione Haas

Dopo la gara, il giovane ha dichiarato a Sky Sports F1: “Sono felice, il team ha avuto una brillante idea prima che la gara cominciasse. Adottare le slick è stata una strategia fantastica, soprattutto viste le condizioni umide della pista”.

“Non è stato facile ed è stata una mossa davvero azzardata. Ha però funzionato, il ritmo c’era e abbiamo raggiunto la cima della classifica” ha proseguito Magnussen.

“Sono partito dalla pit-lane e dopo pochi giri ero in terza posizione o qualcosa del genere. Sono tornato a pieno ritmo in gara. ‘Devo resistere il più possibile’ ho pensato solo questo”.

Magnussen non l’avrebbe mai detto, si mostra incredulo ed emozionato nel raccontare quanto fosse vicino ad una Ferrari.

“Ciò dimostra che abbiamo una buona macchina e che la squadra ha fatto un lavoro straordinario. Anche se facciamo un po’ fatica in qualifica, in gara siamo forti”.

Seguici anche su Instagram

F1 | GP Ungheria – Sintesi gara: vince Hamilton, davanti a Verstappen e Bottas. Le Ferrari sesta e undicesima.