F1 | GP Ungheria-Hamilton portato dai medici: problemi di disidratazione per il britannico

Lewis Hamilton ha dovuto essere assistito dai medici del team Mercedes dopo il GP d’Ungheria per aver sofferto di disidratazione e vertigini.GP Ungheria Hamilton medici

Lewis Hamilton ha dovuto essere assistito dai medici del team Mercedes dopo il GP d’Ungheria per aver sofferto di disidratazione e vertigini. Il campione del mondo ha lottato duramente durante l’evento per finire al terzo posto, dopo che una scelta di strategia sbagliata all’inizio lo aveva inizialmente lasciato fanalino di coda. Dopo una ripartenza con bandiera rossa su una pista umida ma asciutta, tutti gli altri piloti si sono fermati alla fine del giro di formazione per montare le gomme slick. Hamilton ha scelto di continuare con le inter e si è presentato da solo con l’unica vettura a schierarsi sulla griglia. Ma con le gomme chiaramente sbagliate per le condizioni, è stato costretto a rientrare ai box alla fine del primo giro ed è caduto nelle retrovie prima di afferrare il terzo posto dietro Esteban Ocon e Sebastian Vettel.


Leggi anche:

F1 | Vettel sotto investigazione per la maglia LGBT: “Ah sì? Squalificatemi!”


Sembrando stanco dopo i suoi sforzi, Hamilton ha inizialmente saltato le interviste televisive post-gara e la conferenza stampa dei media mentre cercava un consiglio medico. Un portavoce della Mercedes ha confermato che Hamilton soffriva di “affaticamento e lievi vertigini”.

Il capo del team Mercedes, Toto Wolff, ha affermato che non ci sono preoccupazioni per le condizioni di Hamilton. “Non ho ancora parlato con lui e il dottore è con lui”, ha detto Wolff. “Penso che sia stato il caldo dentro la monoposto e una gara come quella che ha avuto con tonnellate di sorpassi. È estenuante. Penso che stia bene, ma è meglio prevenire che curare”.

Mentre Hamilton ha perso la vittoria, il suo terzo posto, è stato sufficiente per tornare in testa alla classifica del campionato di F1. “In questo fine settimana non sapevamo come sarebbe andata“, ha detto. “Quindi, considerando le circostanze di oggi, ci è andata molto bene”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.