F1 | GP Ungheria 2018 – Le possibili strategie e passo gara

Pole position per Lewis Hamilton su gomme da bagnato estremo. Tutti i piloti potranno scegliere con quale mescola partire.  Strategie GP Ungheria Griglia di partenza

Strategie GP Ungheria
Foto Pirelli

Le qualifiche del Gran Premio d’Ungheria sono state caratterizzate dalla pioggia, sempre più intensa nel corso della sessione.
Nel Q1 i piloti hanno usato pneumatici sia slick che intermedi, mentre nel Q2 la scelta è ricaduta su intermedi e full wet.

Lewis Hamilton su Mercedes ha ottenuto la pole position nelle ultimissime fasi con pneumatici da bagnato estremo, scelti da tutti i piloti nel Q3. Hamilton ha raggiunto Sebastian Vettel a quota cinque Pirelli Pole Position Award stagionali, ricevendo oggi il premio da Jean Alesi.

 

La Pirelli ha simulato e determinato le migliori strategie per la dodicesima gara della stagione. Assumendo condizioni simili a quelle delle FP2, la finestra del pit stop con UltraSoft sarà tra il giro 18 al giro 26

Strategia più veloce (con caldo e pista asciutta):
  • 1 Pit Stop: 1 stint con UltraSoft (22 giri) + 1 stint su Medium (fino al traguardo 48 giri)
Seconda strategia più veloce:
  • 1 Pit Stop: 1 stint con Soft (27 giri) + 1 stint su Medium (fino al traguardo 43 giri)
Terza strategia più veloce:
  • 1 Pit Stop: 1 stint con UltraSoft (22 giri) + 1 stint su Soft (fino al traguardo 48 giri)
Quarta strategia più veloce (solo in caso di alto degrado, temperature > 50°C):
  • 2 Pit Stop: 1 stint con UltraSoft (16 giri) + 1 stint con UltraSoft (16 giri) + 1 stint su Soft (fino al traguardo 38 giri)
Mescole dei primi 10 e griglia di partenza

Ieri tutti i piloti si sono qualificati con gomme da bagnato, secondo il regolamento tutti i piloti potranno scegliere la mescola per la partenza.

Griglia di partena F1 GP ungheria budapest 2018 starting grid GP Ungheria Griglia di partenza
Griglia di partenza GP Ungheria 2018 – Foto: FIA
Maggior numero di giri con una stessa mescola

Un post condiviso da F1inGenerale (@f1ingenerale) in data:


Mario Isola, Responsabile Pirelli Motorsport:

“Le condizioni miste a inizio qualifica, con il tracciato in parte asciutto e in parte bagnato, ci hanno riportato alle fasi finali dell’ultima gara a Hockenheim, con i Team che si sono trovati ad affrontare condizioni molto diverse. Nel corso della sessione la pioggia è aumentata e ciò ha reso tutto più chiaro.

Domani non dovrebbe piovere e la strategia più probabile dovrebbe essere a una sosta, a seconda dei livelli di degrado della ultrasoft. Un altro elemento di imprevedibilità è sicuramente legato alle diverse tattiche che si configureranno data la scelta libera di mescole slick al via”.

Foto e dati: Pirelli


Il Monitor dei Tempi – GP Ungheria 2018 [FP2]: Solo Vettel-Verstappen? No, c’è anche Bottas!

Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo.

F1 | GP Ungheria 2018 – Le possibili strategie e passo gara
Lascia un voto
mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.