F1 | GP Ungheria – Le Williams ritornano in fondo alla classifica

GP Ungheria: l’Hungaroring non porta fortuna alle due Williams. Dopo le ottime Qualifiche, entrambe le vetture ritornano in fondo alla classifica.

GP Ungheria Williams
Williams, GP Ungheria. Fonte: account ufficiale Twitter del team

Quello di ieri non è stato di certo un Gran Premio da ricordare per la Williams.

Le monoposto di George Russell e Nicholas Latifi, nonostante i risultati promettenti ottenuti durante le Qualifiche, ritornano ad occupare le ultime posizioni.

I due hanno chiuso rispettivamente al diciottesimo e diciannovesimo posto. Il pilota canadese ha persino scontato una penalità di cinque secondi, dovuta all’unsafe release che l’ha visto protagonista durante il suo primo pit-stop.

George Russell si è così pronunciato: “Innanzitutto, abbiamo avuto una brutta partenza sul bagnato ed è stato molto difficile. Sin dall’inizio, il nostro ritmo di gara è stato davvero scarso. Dobbiamo capire cosa sta succedendo. L’anno scorso invece accadeva il contrario: il nostro passo gara era migliore di quello delle qualifiche. Ora siamo abbastanza veloci il sabato e lottiamo molto la domenica. Tuttavia, se guardiamo l’insieme, possiamo dirci soddisfatti. Gli aspetti positivi sono tanti, dobbiamo solo correggere gli aspetti negativi e migliorare il ritmo della vettura”.

Della stessa linea è il compagno di squadra: “Sono partito bene, poi tutto è precipitato dopo il primo pit-stop. Queste cose, purtroppo, possono accadere in una pit-lane affollata. Mi si è forata la gomma e poi ho subito un bel po’ di danni riportando la macchina ai box. Mancava un grosso pezzo di pavimento. Siamo stati sfortunati, ma ci sono tanti aspetti positivi. Dobbiamo migliorare prima di Silverstone”.

Dave Robson, responsabile delle prestazioni della monoposto, ha infine dichiarato: “È stata una giornata difficile per tutta la squadra. George ha avuto una brutta partenza e ha faticato a recuperare. Nicholas, invece, è partito bene e ha fatto molti progressi nel primo giro. Purtroppo la sua gara è stata compromessa dalla foratura nella collisione all’uscita dei box. Le condizioni non sono state facili, era molto umido, e le gomme da asciutto sono state difficili da gestire, il che ha portato a diverse strategie. Non è stata la nostra giornata. Dobbiamo capire come massimizzare le prestazioni ottenute in qualifica”.

Seguici anche su Instagram 

F1 | GP Ungheria – Sintesi gara: vince Hamilton, davanti a Verstappen e Bottas. Le Ferrari sesta e undicesima.