F1 | GP Ungheria – McLaren, Norris: “Circuito difficile per noi”, Ricciardo: “Qualifica fondamentale, è una pista vera”

McLaren si prepara in vista del GP in Ungheria all’Hungaroring, pista in cui entrambi i piloti non vedono l’ora di gareggiare. Seidl inoltre evidenzia come questa sarà una pista ostica viste le caratteristiche della MCL35M.

Ungheria McLaren
Foto: XPB Images

McLaren arriva in Ungheria dopo un’altra ottima prestazione a Silverstone con un quarto e un quinto posto. Norris è arrivato molto vicino al podio, perdendo l’opportunità di lottare con Bottas dopo un pit stop lento. D’altro canto continua a migliorare anche il passo di Daniel Ricciardo. L’australiano è stato decisamente più competitivo a Silverstone e potrebbe esser stato il weekend della svolta.

L’Hungaroring sarà però una pista leggermente più complessa da affrontare per la McLaren. Al contrario delle ultime tappe infatti, la Ferrari sembra partire favorita nella lotta per il terzo posto costruttori almeno questo weekend dopo l’insperato podio con Leclerc.


Leggi anche: F1 Team Radio | Raikkonen è stufo: “Forse, forse… dobbiamo svegliarci!”


Norris sottolinea quanto sia importante concludere bene la prima metà di stagione: “Non vedo l’ora di tornare in Ungheria, una pista in cui ho bei ricordi – il mio debutto ufficiale in F1 nei test del 2017. Finora abbiamo avuto un buon inizio di stagione; cercheremo di finire la prima metà dell’anno alla grande, prima di uno stop per la pausa estiva. L’Hungaroring può essere un circuito difficile da raggiungere e sappiamo che sarà una sfida superare i nostri rivali più vicini”. 

Ricciardo sa che in questa pista la qualifica gioca un ruolo fondamentale: “Non vedo l’ora di andare a Budapest, è una delle mie piste preferite in calendario. In passato ho anche vinto una gara qui [2014]. È un circuito molto stretto e tecnico con alti livelli di carico aerodinamico richiesto alla vettura, ma questo non fa che aumentare la sfida e l’eccitazione per me; una vera pista per piloti. È un circuito in cui i sorpassi possono essere difficili. Lavoreremo duramente per massimizzare la nostra prestazione sabato per una domenica un po’ più facile”.

Infine il Team Principal Seidl analizza le sfide che presenta l’Hungaroring: “La pista presenta al team una sfida interessante rispetto ai circuiti veloci di Spielberg e Silverstone. La squadra, insieme a Lando e Daniel, ha fatto un lavoro fantastico finora per piazzarsi in questa posizione nei costruttori. Sappiamo però che la lotta è tutt’altro che finita: basta un singolo weekend difficile per rovinare tutto. Le sfide poste dall’Hungaroring potrebbero non essere adatte alla nostra macchina come molti altri circuiti del calendario. Tuttavia gran parte della lotta per il terzo posto quest’anno sarà decisa da come ci comportiamo su piste dove contano meno i nostri punti di forza”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.