F1 | GP Ungheria, Pierre Gasly in esclusiva: “Ferrari tornerà competitiva”

Alla vigilia del Gran Premio di Ungheria, abbiamo fatto una chiacchierata “virtuale” con Pierre Gasly, pronto a migliorare la sua nona posizione in classifica nel weekend che ci attende. Scopriamo insieme come il paddock sta vivendo i protocolli anti-pandemia e i nuovi equilibri “a centrocampo”.

Gasly Ungheria

“Racing Point e McLaren competono per i podi” Gasly Ungheria

Pierre, parliamo innanzitutto della vita nel paddock ai tempi del COVID-19. Quali sono le sfide maggiori che la Formula 1 deve affrontare nell’adeguarsi ai nuovi protocolli?

Sicuramente le nuove regole sono molto efficaci, tant’è che non c’è ancora stato un solo test positivo, e io stesso l’ho fatto già 5-6 volte a questo punto. I protocolli sono molto stringenti, sicuramente non ci divertiamo come prima. Il distanziamento sociale ci tiene lontani dai nostri amici negli altri team, abbiamo sempre una mascherina addosso, limitiamo il contatto con le superfici… è un modo nuovo di vivere il paddock, ma non abbiamo scelta. Noi piloti, soprattutto, non vogliamo correre rischi: se risultassi positivo dovrei saltare delle gare.

Però abbiamo già visto che alcuni team e alcuni piloti sono già stati “rimproverati” dalla FIA per aver violato le regole, senza sanzioni ulteriori. Tu pensi che sia un trattamento troppo severo o troppo blando?

Penso che dipenda molto dai motivi per cui i protocolli non sono stati seguiti. Per adesso, mi sento di dire che stiamo tutti cercando di fare del nostro meglio: quello che facciamo ha delle conseguenze anche sugli altri. Non dobbiamo essere egoisti, ma ci stiamo comportando bene.

Veniamo all’Ungheria: chi consideri le minacce maggiori all’interno del centro griglia su questa pista?

Ti dirò, a centro griglia abbiamo perso un paio di squadre! Racing Point e McLaren non rientrano più nella categoria, competono per i podi con Red Bull. Al momento, noi siamo appena dietro Renault, e quello è il nostro obiettivo per essere nella zona punti più spesso. All’inizio non riuscivamo a capire se eravamo noi ad aver perso un po’ di passo rispetto a loro, o fossero loro ad aver fatto il salto di qualità. Adesso propendo per la seconda ipotesi.

F1 | GP Ungheria, Alfa Romeo in cerca di riscatto: “Puntiamo sulla qualifica”

“Ferrari veloce quanto noi”

Quando la discussione si è spostata “in pista”, ci siamo ispirati alle vostre domande inviate sui nostri profili social. Ringraziamo rispettivamente @andreazagaria_ e @arcangelo_21 per gli interessanti spunti di riflessione che seguono.

Parlando di top team, ormai si può dire che Ferrari e tutti i motorizzati stiano avendo grosse difficoltà a tenere il passo. Come avete reagito a questa circostanza? C’erano già delle avvisaglie nei test invernali?

Fondamentalmente, adesso la velocità di punta Ferrari corrisponde alla nostra, hanno perso il vantaggio che consentiva di sorpassare facilmente e di seminare tutti sui rettilinei. In ogni caso, per quanto non siano veloci come Red Bull, è una squadra talmente storica che sicuramente troverà una soluzione per migliorare la vettura.

Facciamo un salto nel passato, a questo stesso periodo appena un anno fa. Occupavi ancora il sedile in Red Bull che ora è di Alex. Come descriveresti il tuo rapporto con lui al momento e, più in generale, il rapporto fra i piloti Red Bull e quelli Alpha Tauri?

Non ci sono inimicizie. Conosco Max da molto più tempo, non conoscevo Alex altrettanto bene ma ci siamo sfidati nelle categorie minori, lo rispetto molto. Quanto è accaduto in Red Bull ha avuto poco a che fare con lui, ha ricevuto un grande supporto e le persone accanto a lui hanno giocato bene le loro carte. Con Daniil va tutto alla grande, lo conosco da tanti anni. In generale fra di noi non ci sono conflitti, sappiamo qual è il nostro compito. Chiaramente vogliamo tutti batterci a vicenda, ma questo è naturale, siamo competitivi. Fuori dalla pista queste cose scompaiono.


 

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza, blogger su @theracingchick. Ho un occhio di riguardo per Endurance, competizioni GT, Formula 1 e Formula E.