F1 | GP Ungheria – Qualifiche Red Bull, Horner: “Silverstone e Budapest sono roccaforti della Mercedes, la strategia sarà cruciale”

Red Bull è soddisfatta della seconda fila ottenuta con entrambe le auto per il GP di Ungheria. In gara, con una strategia alternativa, puntano a dare battaglia alla Mercedes.

Sergio Pérez - Red Bull Racing - GP Ungheria
Foto: Red Bull Racing

La lotta mondiale si è spostata al GP di Ungheria con Red Bull che arrivava da favorita. Per Toto Wolff infatti la Red Bull era il team da battere viste le prestazioni della loro RB16B. La Mercedes si è però rivelata più performante con la Red Bull che non è potuta andare oltre la seconda fila in qualifica. Max Verstappen ha concluso in 3° piazza non riuscendo, nell’ultimo giro, a strappare la 2° casella a Bottas. Più sfortunato Sergio Pérez che non è riuscito a iniziare il suo ultimo giro veloce. Il messicano ha comunque concluso in 4° posizione. Nella gara di domani i due team rivali avranno due strategie diverse. Mercedes partirà con le gomme medie mentre le due Red Bull con le soft. Per Christian Horner questa potrebbe rivelarsi la strategia vincente visto che, a parità di strategia, difficilmente il team di Milton Keynes avrebbe potuto mettere pressione a Mercedes.

Sergio Pérez:

Ho certamente sentito che stavo facendo buoni progressi durante le qualifiche con la macchina. È stato un vero peccato perdere l’ultimo giro perché sentivo che aveva un buon potenziale. In quel momento pensavamo di avere molto di margine con cui lavorare, purtroppo non era il caso e significava che ho praticamente perso il mio tentativo finale. Sapevamo che la Mercedes sarebbe stata molto forte oggi, ma spero davvero che domani saremo in grado di mettere molta pressione su di loro. Abbiamo una strategia diversa e non vediamo l’ora di iniziare, questo è una pista dove se si prendono una o due curve giuste si trova molto tempo sul giro. In uno scenario ideale saremo davanti a loro e manterremo la posizione, ma la gara è molto lunga e tutto può succedere”.


Leggi anche: F1 | GP Ungheria – Mekies sulle qualifiche: “Risultato sotto le aspettative, non nascondiamo la delusione”


 

Christian Horner:

Le Mercedes sono state veloci per tutto il fine settimana, ma il tempo di Max in Q2 sembrava piuttosto impressionante. In Q3 non era completamente felice con il bilanciamento della vettura, quindi il terzo posto era il migliore che avevamo oggi. Bloccare la seconda fila con Max e Checo ci dà varie opzioni e abbiamo una strategia diversa da Mercedes davanti che renderà la gara emozionante. Non siamo riusciti a fare lo stesso tempo di Lewis sulla media e abbiamo sentito che forse tatticamente era meglio prendere una strada diversa. Preferiamo la gomma morbida per la partenza e dobbiamo fare una gara d’attacco perché sappiamo quanto sia difficile sorpassare qui, il che significa che la strategia sarà cruciale. Lewis ha avuto un primo giro in Q3 in una posizione fantastica e non ha voluto dare alle nostre auto alcun vantaggio nel giro finale, il che purtroppo ha significato che Checo ha perso un secondo giro in Q3. È stato solo un po’ di gioco. È un suo diritto farlo, visto che aveva la posizione in pista e noi abbiamo un problema, ora si tratta solo di domani. Silverstone e Budapest sono roccaforti della Mercedes. Se si guarda alle loro prestazioni l’anno scorso siamo stati a un secondo di distanza a Silverstone e qui anche di più, quindi ci incoraggia il fatto di essere così vicini. Le strategie sono diverse, i livelli di grip sono diversi, dobbiamo fare una buona partenza e combattere contro di loro domani. È una lunga seconda metà di questo campionato e varrà la pena guardare”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.