F1 | GP Ungheria – Sintesi gara: vince Hamilton, davanti a Verstappen e Bottas. Le Ferrari sesta e undicesima.

Hamilton conquista la seconda vittoria consecutiva in questa stagione, vincendo il Gran Premio d’Ungheria, dominato dalla partenza al traguardo. Sul podio Max Verstappen e Valtteri Bottas. Prima delle due Ferrari quella di Vettel in sesta posizione, quella di Leclerc undicesima. F1 sintesi gp Ungheria

f1 sintesi gp Ungheria
Hamilton vince il GP d’Ungheria – Foto: F1

Partenza

Ancor prima di partire, al termine del giro di formazione, rientrano ai box i due Haas per montare gomme slick. Al via, partenza disastrosa per Bottas che perde parecchie posizioni. Hamilton parte benissimo, dietro di lui transitano Stroll, Verstappen, Vettel e Leclerc. Kvyat rientra al secondo giro ed è il primo a montare gomme Soft. Verstappen transita al terzo giro attaccato a Stroll, intanto Leclerc e Bottas rientrano ai box per montare anch’essi gomme slick: per Leclerc gomme Soft usate, per Bottas gomme Medie nuove. Anche Hamilton, Stroll e Vettel al giro seguente rientrano, insieme a diverse macchine: gomme Medie per tutti e tre. F1 sintesi gp Ungheria

La partenza – Foto: F1

Anche Verstappen rientra ai box per montare gomme Medie. La nuova classifica al quinto giro: HAM-VER-MAG-GRO-STR-LEC-BOT-PER-ALB, tutti con gomme slick. Intanto contatto tra Latifi e Sainz, che finisce sotto investigazione. F1 sintesi gp Ungheria

Le prime fasi della gara

Stroll davanti si libera di Grosjean portandosi in quarta posizione, mentre Hamilton e Verstappen scappano via, seppur separati da 7 secondi. Lotta accesa per la sesta posizione con Bottas che cerca il sorpasso su Leclerc, ma il monegasco si difende e tiene la posizione. Al giro seguente Bottas riesce a superare Leclerc e sale in sesta posizione.

Bottas passa Leclerc – Foto: F1

In pochi giri Bottas raggiunge Grosjean e lo passa, mentre Vettel va al bloccaggio dell’anteriore destra in curva 12 e Albon lo passa. Leclerc, in difficoltà con le gomme, torna sotto mirino da Albon che in più occasioni tenta il sorpasso che gli riesce al giro 19, mentre Stroll e Bottas passano Magnussen. Anche Vettel passa Leclerc, che si ritrova dietro il trenino composto da PER-RIC-SAI. Nel frattempo Gasly si ritira con un motore fumante.

Dopo 20 giri in sofferenza con le gomme, Leclerc rientra ai box per montare gomme Dure per cercare di arrivare fino alla fine della gara, sperando che la pioggia, il cui arrivo dovrebbe essere imminente, arrivi più tardi possibile.

Davanti, Albon e Vettel si avvicinano a Grosjean, con Albon che prende la sesta posizione. Vettel a sorpresa rientra ai box, anche lui per montare gomme Dure. Nelle retrovie, Leclerc si avvicina a Norris e i due ingaggiano una lotta che dura diversi giri. Il monegasco in più occasioni tenta il sorpasso, anche con dei rischi, e passa Norris al giro 33 mentre Vettel diventa il più veloce in pista. Anche Bottas rientra ai box ma a differenza dei due Ferrari monta gomme Medie.

Duello Leclerc-Norris – Foto: F1

Metà gara

Incognita pioggia, molti piloti rientrano ai box: Stroll, Magnussen, Perez, Verstappen e, per ultimo, Hamilton. Intanto Albon passa Magnussen. La nuova classifica al giro 38: HAM-VER-BOT-STR-RIC-SAI-VET-ALB-MAG-PER-LEC. Bottas diventa il più veloce in pista. Perez fa fuori Magnussen e guadagna la nona posizione. Rientra ai box anche Sainz che lascia strada libera a Vettel, Albon, Perez, Magnussen e Leclerc, che rientra in zona punti. Va ai box anche Ricciardo che esce poco davanti a Leclerc.

Davanti, Hamilton rimane leader solitario arrivando a doppiare anche Magnussen in ottava posizione. Dietro di lui, si Verstappen vede avvicinarsi la Mercedes di Bottas che dopo la sosta si avvicina sempre più al pilota olandese. Intanto, Sainz in P11 si trova a lottare con il suo futuro compagno di squadra, Leclerc.

Al giro 51, a sorpresa, Bottas rientra ai box e monta gomme Dure. Anche Stroll qualche giro dopo si ferma per montare gomme Dure: nessun problema per il canadese che tiene la posizione su Vettel, che nel frattempo si vede arrivare la Red Bull di Albon dietro.

Finale di gara

Hamilton dice di avere problemi con le gomme, ma nonostante ciò fa dei tempi stratosferici e arriva al doppiaggio di Albon e Vettel. Bottas continua a spingere per raggiungere Verstappen mentre Sainz, dopo diversi giri, passa Leclerc, quasi con un contatto tra i due.

Il sorpasso di Sainz su Leclerc – Foto: Sky Sport F1

A quattro giri dal termine, Hamilton si ferma nuovamente ai box per montare gomme Soft e conquistare il giro veloce. Si sdoppiano Vettel, Albon, Perez e Ricciardo. In curva 2 Vettel va leggermente lungo e Albon ringrazia ancora una volta e passa in quinta posizione.

Senza troppi problemi, anche con il doppiaggio su Perez, Hamilton sigla il giro veloce della gara prendendosi il punto addizionale. Si arriva all’ultimo giro con Bottas incollato a Verstappen.

Al traguardo

Lewis Hamilton vince una gara dominata dall’inizio alla fine, con il giro veloce e nuovo record della pista, davanti a Max Verstappen e Valtteri Bottas, che non è riuscito a sorpassare l’olandese. Quarto Stroll, poi Albon, Vettel, Perez, Ricciardo, Magnussen e Sainz. Fuori dai punti, in undicesima posizione, Charles Leclerc.

Hamilton sotto la bandiera a scacchi – Foto: F1

Classifica finale

Con il GP d’Ungheria si conclude il primo triplo back-to-back dell’anno. La F1 torna tra due settimane con il GP di Gran Bretagna.

f1 sintesi gp Ungheria
Classifica finale – GP Ungheria 2020

MotoGP | GP Spagna – Sintesi Gara: Quartararo trionfa davanti a Vinales e Dovizioso. Marquez a terra

Seguici anche su Instagram