F1 | GP Ungheria – Sintesi prove libere 2: Vettel davanti alle due Red Bull

La seconda sessione di prove libere si conclude nel segno dell’incertezza: Simulazione qualifica e passo gara simile per i tre top team, condizioni meteo differenti rispetto a quelle (di forte caldo e sole) annunciate domenica. Per ora il cronometro dice miglior tempo per Vettel, Verstappen e Ricciardo; i due Mercedes hanno però fatto segnare il miglior crono con gomma Soft.

Vettel Hungaroring – Foto F1

GP Ungheria sintesi prove libere 2

Simulazione qualifica

Ricerca del miglior setup e simulazione qualifica con le Soft (e successivamente con le UltraSoft) nella prima parte delle prove libere 2.

Primi giri nel segno di Mercedes e Red Bull. Il team tedesco sembra aver risolto lo scivolamento della mattinata e la vettura sembra comportarsi molto meglio. Miglior prestazione momentanea per Max Verstappen. Lontane le due Ferrari: Vettel pasticcia alla ricerca del miglior giro con un bloccaggio ed lungo, gomme medie per Kimi Raikkonen.

“No power” nei primi giri per Alonso. Problema risolto nella sua monoposto e pilota spagnolo di nuovo in pista. UltraSoft per Mercedes con la monoposto che si dimostra più nervosa: errori sia per Bottas che per Hamilton nel terzo settore; potenzialmente miglior tempo per entrambi, ma gli errori pregiudicano l’ottenimento della miglior prestazione.

Simulazione qualifica per Vettel con UltraSoft e miglior prestazione momentanea in 1:16.834. Ferrari aveva già lavorato in mattinata con la mescola più morbida, cosa non fatta da Mercedes che aveva invece girato con le Soft. Da evidenziare le probabili differenze di prestazione con le due diverse mescole per i team in base ai dati finora raccolti e al conseguente setup della vettura. Importante la gestione delle UltraSoft con queste temperature elevate: si deve gestire bene il riscaldamento della gomma per far sì che non arrivi con temperature troppo elevate nell’ultimo settore.

Simulazione passo gara

Le possibilità di pioggia accelerano il lavoro dei team: inizia la simulazione passo gara per i top team e per gli altri. Molto buoni i primi giri per Ferrari e Red Bull, meno bene Mercedes anche se con prestazione similare, però con tante correzioni per entrambe le monoposto. Tutte le simulazioni passo gara sono svolte dai piloti dei top team con la gomma più prestazionale, la ultrasoft.

Hungaroring – Foto F1

Gran giro per Ricciardo con gomme UltraSoft in 1.21.7 al quindicesimo giro del long run. Mercedes rimonta le gomme Soft e va molto meglio, con tempi (soprattutto con Bottas) molto competitivi: 1.21 alto e 1.22 basso per il finlandese, leggermente più alti i crono di Hamilton. Simulazione passo gara per Raikkonen con gomma media, prestazioni altalenanti con questa mescola.

Simulazione passo gara per Vettel con gomma Soft dopo il pit stop: tempo d’attacco per il tedesco in 1:20.850, prestazione eccellente, anche se il pilota Ferrari ha probabilmente una vettura più scarica a livello di carburante. Giro veloce in gara simulata dopo molteplici giri con quelle gomme in 1:20.4. Si migliora a sua volta Vettel in 1:20.342.


Classifica finale tempi

Classifica prove libere 2 Ungheria – Foto F1

L’impressione che filtra da quanto visto finora è che saranno i dettagli a far la differenza: tutti e sei i piloti potranno giocarsi le loro carte alla ricerca della vittoria; le condizioni muteranno domenica, le variabili saranno diverse, l’asfalto più caldo. I valori si riconfermeranno o si ribalteranno?

F1 | GP Ungheria: Doppia T-Wing per la Red Bull, la Sauber copia il concetto Ferrari

F1 | GP Ungheria – Sintesi prove libere 2: Vettel davanti alle due Red Bull
Lascia un voto

Leonardo Trillini

Studente di Scienze della Comunicazione (Comunicazione d'impresa) presso l'università di Macerata e grande appassionato di F1 sin da bambino.