F1 | GP Ungheria – Sintesi qualifiche: Pole per Hamilton, poi Bottas e Raikkonen

La pioggia sconvolge tutte le aspettative: Pole position per Hamilton, prima fila tutta Mercedes, a seguire le due Ferrari. Qualifica tesa e divertente, con colpi di scena (Ricciardo escluso dal Q3 partirà in P12) e condizioni proibitive. Per la gara sono previste condizioni d’asciutto, situazione meteo nella quale la Ferrari è sembrata trovarsi decisamente di più a suo agio rispetto agli altri team. La gara è più aperta che mai, sarà battaglia vera.

Risultato qualifiche – Foto F1

Sintesi qualifiche GP Ungheria

Le qualifiche si aprono con condizioni di pista particolari: mezz’ora prima dell’inizio delle qualifiche ha piovuto sul tracciato, la temperatura dell’asfalto si è dimezzata, passando da 60 a 31 gradi. Condizioni profondamente diverse rispetto all’ultima sessione delle prove libere che avevano visto sfrecciare davanti a tutti la Ferrari di Vettel.

Nuvole sull’Hungaroring – Foto F1

Q1

Tutti in pista alla ricerca della miglior prestazione: rettilineo bagnato, altre zone del tracciato asciutte, condizioni difficili da interpretare per i piloti in pista e per la scelta delle gomme.

Momenti decisivi: pista che si sta asciugando, pioggia in arrivo, piccola finestra di tempo per fare il giro con la mescola più morbida. Situazione in continua evoluzione.

Alla fine della sessione non ci sono grandi sorprese, ma altissima è stata la tensione. Esclusi Vandoorne, Leclerc, Ocon, Perez e Sirotkin. Notte fonda per la Force India dopo le difficioltà finanziarie, a sorpresa escluso Leclerc con Ericcson invece in Q2. Ottima prestazione in queste condizioni per Stroll che conferma la sua abilità con pista bagnata. Rischio inutile per la Red Bull che ha sbagliato la scelta delle gomme per Ricciardo: nonostante la mescola Soft l’australiano è riuscito a qualificarsi

Classifica Q1

Classifica Q1 – Foto F1


Q2

Vettel gira in solitaria all’Hungaroring – Foto F1

Situazione paradossale all’inizio della Q2: gomme intermedie per Vettel, ultrasoft per tutti gli altri piloti. Sembrerebbe sbagliata la scelta della Ferrari, ma diluvia nel terzo settore e tornano tutti ai box per sostituire le gomme. Vettel fa segnare un 1.28.636 girando in solitaria per la pista.

Pista in peggioramento, la pioggia è in aumento, situazione difficile per Raikkonen, l’ultimo tra i piloti ad aver montato gomme intermedia. Si gira Stroll che sbatte il muso a muro.

Stroll a muro – Foto F1

Raikkonen fa una magia in condizioni di pista proibitive nel terzo settore, riuscendo a qualificarsi in ottava posizione. Gomme Full Wet ora per gli altri piloti. Momentaneamente la classifica recita: VET-SAI-VER-HAM-GAS-BOT-HAR-RAI-MAG-GRO

Prestazione notevole per i due Toro Rosso, momentaneamente esclusi Alonso, Hulkenberg, Ricciardo, Ericsson e Stroll. Le condizioni della pista non migliorano e quindi primo grande colpo di scena: escluso Daniel Ricciardo, assieme ai piloti sopracitati.

Classifica Q2

Classifica Q2 – Foto F1

Q3

Inizia il Q3, condizioni del tracciato difficili, tutti in pista con le Full Wet. Giri consecutivi da qualifica per tutti, con situazione in classifica in continuo cambiamento. Situazione stravolta rispetto alle prove libere 3, ancora una volta la vera protagonista è la pioggia.

1-2 Mercedes che conquista la prima fila, seguite le due frecce d’argento dalle due Ferrari di Raikkonen e Vettel. Male Verstappen a due secondi e mezzo dalla pole position. Gran risultato per Sainz e Gasly, in P5 e P6.

Classifica finale qualifiche

Classifica finale qualifiche – Foto F1

Risultato beffa per la Ferrari, la pioggia cambia le carte in tavola e sbaraglia le aspettative. Domani non dovrebbe piovere e le condizioni dovrebbero essere profondamente diverse. Chi avrà la meglio?

Il Monitor dei Tempi – GP Ungheria 2018 [FP2]: Solo Vettel-Verstappen? No, c’è anche Bottas!

poi. dopo.

F1 | GP Ungheria – Sintesi qualifiche: Pole per Hamilton, poi Bottas e Raikkonen
Lascia un voto

Leonardo Trillini

Studente di Scienze della Comunicazione (Comunicazione d'impresa) presso l'università di Macerata e grande appassionato di F1 sin da bambino.