F1 | GP Ungheria – Vettel: “Ogni errore rischia di essere pagato caro in termini di tempo”

Dove tutto è iniziato, tutto potrebbe esser finito; la grande e paziente rimonta da ultimo a secondo dà sicuramente un’iniezione di fiducia a Sebastian Vettel, che all’Hungaroring va a caccia di certezze. GP Ungheria Vettel

Foto: Scuderia Ferrari

Aveva bisogno di riprendersi dopo l’errore di Silverstone e Sebastian Vettel ha risposto alla grande. Dopo un sabato condizionato dai problemi in qualifica, Sebastian ha saputo recuperare dall’ultima alla seconda posizione. Una gara d’attesa senza errori, a differenza di ogni altro top driver, che lo ha portato su quel podio che mancava dal Canada. GP Ungheria Vettel

E’ però ora di andare avanti però alla ricerca di conferme. “Se c’è una pista che mette alla prova il pilota nella Formula 1 moderna, questa è l’Hungaroring. Su questo tracciato dal ritmo incalzante non ci sono rettilinei lunghi quindi ci si trova sostanzialmente sempre a dover lavorare con il volante. Il clima poi, dato il periodo in cui si viene a gareggiare qui, è spesso torrido, il che di certo non aiuta.
Se l’asfalto è asciutto è sempre molto impolverato e non è detto che migliori nel corso del weekend perché vento e uscite di pista riportano dentro la sabbia che le vetture girando naturalmente tendono a eliminare. Proprio per questo l’aderenza fuori dalla traiettoria ideale è minima e ogni errore rischia di essere pagato caro in termini di tempo.
Le curve più significative sono la 1 e la 14. Alla prima staccata, prendendoti qualche rischio, è possibile tentare un sorpasso, anche se il rettilineo da cui si arriva non è certo lungo. Anche alla curva 14 non è affatto semplice completare la manovra con successo.” ha dichiarato Vettel sul tracciato ungherese.

Vettel e la Ferrari hanno ottimi ricordi insieme in Ungheria. Le ultime due vittorie della Ferrari sul circuito magiaro sono state ottenute dal tedesco.

Nel 2015, al via dalla seconda fila, Vettel e Kimi Räikkonen superarono di slancio le Mercedes. Il 32enne di Heppenheim si impose davanti alle Red Bull di Daniil Kvyat e Daniel Ricciardo, ricordando Jules Bianchi nel team radio.

Nel 2017 fu addirittura doppietta con il #5 della Ferrari che passò per primo sotto la bandiera a scacchi nonostante alcuni problemi allo sterzo, coperto da Räikkonen.

Seguici su Telegram, Facebook, Instagram, Twitter.

F1 | GP Ungheria – Leclerc: “L’Hungaroring è tra le piste più tecniche presenti nel calendario”

Condividi

Sono un ragazzo di 14 anni e la mia passione per lo sport è immensa. Spero di coronare il mio sogno, diventare un giornalista sportivo.

Disqus Comments Loading...

Articoli Recenti

F1 | Anteprima GP Singapore – Red Bull, Verstappen: “Puntiamo al massimo dei punti”

Max Verstappen ed Alex Albon sono pronti ad accogliere la sfida che gli si presenterà sul circuito di Marina Bay…

5 minuti fa

Formula E | Geox Dragon completa la squadra con Nico Müller!

Per la sesta stagione del campionato di Formula E, anche Geox Dragon completa e ufficializza la propria line-up. Ad affiancare…

2 ore fa

F1 | Anteprima GP Singapore – Toto Wolff: “Circuito impegnativo per piloti e vetture”

Il team principal e CEO di Mercedes-AMG F1 non nasconde la delusione per le ultime due gare sfuggite per un…

5 ore fa

F1 | Ferrari e il “NO” ai Regolamenti 2021 – Binotto: “Vi spiego quali sono le vere priorità”

Manca poco più di un mese alla deadline per l'ufficializzazione dei Regolamenti della stagione 2021 di Formula 1, ma i…

14 ore fa

F1 | La Zandvoort del 2020: pista più larga e banking da 17°!

A meno di otto mesi dall'ingresso di Zandvoort nel mondiale di F1 del 2020 trapelano le novità al tracciato: piano…

15 ore fa

Formula E | Da Costa: “Non potevo dire di no”, Vergne: “Sarà bello lavorare con lui”.

Il team DS Techeetah ha ufficializzato l'imminente arrivo di Antonio Felix Da Costa in nero e oro. Il portoghese ha…

15 ore fa

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.